Slittino: Eggert-Benecken imbattibili anche a Calgary. Azzurri giù dal podio

Rieder-Rastner-Pagina-FB-Rieder-Rastner-Libera.jpg

Continua il monologo di Toni Eggert e Sascha Benecken nella Coppa del Mondo di slittino. Il doppio tedesco ha trionfato anche a Calgary, precedendo i connazionali Tobias Wendl e Tobias Arlt di 39 centesimi. I teutonici sono riusciti a spuntarla nonostante un grave errore commesso nel corso della seconda manche: malgrado la slitta abbia colpito violentemente la parete sinistra, non ha perso eccessiva velocità, consentendo a Eggert-Benecken di agguantare il quarto successo stagionale (sprint di Igls compresa), ottavo in carriera. Complice la pessima giornata degli austriaci Peter Penz e Georg Fischler, noni, i vice-campioni del mondo guidano la classifica generale con 100 punti di vantaggio proprio su Wendl-Arlt: salvo cataclismi imponderabili, si avviano verso la conquista della loro prima sfera di cristallo.

Terza piazza e primo podio stagionale per i canadesi Tristan Walker e Justin Snith (+0.208), abili a sfruttare al meglio la conoscenza del catino di casa ed autori di due discese pulite e senza sbavature. Gli slittinisti della Foglia d’Acero hanno prevalso per soli 13 millesimi sui fratelli lettoni Andris e Juris Sics.

Ancora una volta all’Italia manca qualcosa per salire sul podio, obiettivo rimasto oggettivamente distante. I veterani Christian Oberstolz e Patrick Gruber si confermano il miglior equipaggio azzurro in questo avvio di stagione (e non è una bella notizia, considerando l’età avanzata dei due altoatesini) e agguantano un prezioso quinto posto, non commettendo evidenti imperfezioni, ma non dando mai la sensazione di generare quella velocità necessaria per battagliare per qualcosa di più prestigioso (374 millesimi il distacco dalla vetta). Ancora una prestazione incolore per Ludwig Rieder e Patrick Rastner: quinti a metà gara, i campioni del mondo Under23 di Cesana 2011 hanno confermato grandi difficoltà nei tratti più tecnici del budello, con due correzioni ed una vistosa sbandata costate l’arretramento fino all’ottavo posto finale. Discreta la prova dei giovanissimi Florian Gruber e Simon Kainzwaldner, undicesimi dopo due manche entrambe a corrente alternata (buonissime sezioni alternate a brusche frenate dettate più che altro dall’inesperienza).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Rieder-Rastner

federico.militello@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top