Short Track, Coppa del Mondo: a Seoul un piccolo riscatto azzurro, Dotti cresce e fa sperare

short-track-nazionale-italiana-fb-yuri-confortola.jpg

La Coppa del Mondo di short va in vacanza e l’Italia torna dall’Asia con la certezza di essere Fontana dipendente. A Shanghai era stato un disastro per la squadra azzurra, mentre a Seoul c’è stato un piccolo riscatto da parte dei ragazzi del CT Gouadec, che almeno hanno conquistato tre semifinali, ottenendo dei buoni risultati particolarmente nelle distanze più lunghe.

Sicuramente la doppia presenza in semifinale di Tommaso Dotti e Yuri Confortola nei 1500m è un buon segnale per il futuro e soprattutto per gli Europei che a livello maschile sono per la squadra azzurra l’obiettivo principale. Purtroppo se a livello individuale abbiamo fatto abbastanza bene negli uomini, non possiamo certo dire la stessa cosa per la staffetta, che ancora una volta, dopo Shanghai, viene subito eliminata in batteria e deve dire addio alla partecipazione al Mondiale, visto che alla rassegna iridata si qualificano le prime otto nazionali e nel ranking gli azzurri occupano la nona posizione.

Di questi problemi le ragazze non ne hanno, ma senza la Fontana per due volte le azzurre non sono riuscite ad andare in finale, chiudendo nelle retrovie sia la semifinale sia la successiva Finale B. La sola presenza della campionessa valtellinese cambia completamente la competitività del quartetto azzurro, che tra l’altro è anche bronzo olimpico in carica. La sensazione è quella che anche le altre ragazze con Arianna in squadra riescono a dare un contributo massimo, anche perchè sanno che con la valtellinese ci si possono giocare le medaglie.

Purtroppo le note stonate non mancano e si riferiscono soprattutto ai giovani. Il ricambio generazionale non c’è stato e si fatica a trovare una nuova Fontana o un nuovo Confortola. Martina Valcepina probabilmente è l’unica ora come ora a poter avvicinare Arianna, ma la vedremo sul ghiaccio probabilmente la prossima stagione, visto che da qualche mese ha partorito due splendide gemelline. Ylenia Tota e Federica Tombolato non riescono mai a superare un turno e l’Europeo sarà un esame importante per loro.
A livello maschile Tommaso Dotti rappresenta il miglior prospetto e bisogna investire su di lui per il futuro, mentre Davide Viscardi, Andrea Cassinelli e Massimo Gurini faticano ancora molto ad emergere in un contesto difficile come quello della Coppa del Mondo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 foto da pagina FB di Yuri Confortola

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top