Sci di fondo, un’unica padrona a Davos: Therese Johaug inarrestabile nella 10km

B3rrOuTCYAAAhpJ.jpg

Tre su tre. Therese Johaug non ha rivali nella 10km in tecnica classica di Davos e infila il terzo succcesso consecutivo in gare con partenze ad intervalli, dopo i successi di Ruka e di Lillehammer. Una vittoria mai in discussione, con la norvegese sempre davanti ad ogni rilevamento cronometrico e capace di aumentare il proprio vantaggio sulle rivali chilometro dopo chilometro, senza mai calare un ritmo insostenibile anche per una Marit Bjørgen che può solo guardare la sua connazionale cominciare a raccogliere, a questo punto, la sua eredità.

La 26enne vichinga firma il 24esimo trionfo in carriera con il tempo di 28:30.8, inarrivabile per la leggendaria Marit che viene surclassata al traguardo, dove paga addirittura 42″ di ritardo. Non c’è la consueta tripletta norvegese, anzi, perché ritorna sul podio la Finlandia con Kerttu Niskanen, terza a 58″ dalla vetta. Per la Norvegia, rispetto al dominio di Lillehammer, è una giornata decisamente negativa (se tale la si può definire…). Oltre alle due marziane, infatti, l’unica a conquistare la Top 10 è Heidi Weng, sesta dietro alle due sorprendenti svedese Anna Haag (4^) e Sofia Bleckur (5^). Solo settima, nella gara a lei più congeniale, una deludente Justyna Kowalczyk: la polacca si conferma evidentemente lontana dalla migliore condizione e si arena ad 1’21” dalla Johaug. Ottavo tempo per un’altra finnica, Anne Kyllonen, davanti alla svedese Sofia Henriksson e alla connazionale Laura Mononen.

Ancora lontane dalla zona punti le azzurre. La migliore è la giovane Francesca Baudin, 42^ a 2’53”; Lucia Scardoni è 46^ (+3’15”), Giulia Sturz 51^ (+3’37”), Ilaria Debertolis 53^ (+3’48”).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Foto: Twitter Eurosport Norge

Lascia un commento

Top