Sci di fondo, Lillehammer: guizzo vincente di Sundby nel tripudio norvegese

sundby.jpg

Martin Johnsrud Sundby si conferma l’atleta più regolare sulle gare distance nel circuito e si aggiudica la 10km a skating con partenza ad intervalli, seconda tappa del mini-tour di Lillehammer. Il norvegese, detentore della Coppa del Mondo e vincitore di tutti gli eventi multi-stage della passata stagione, ha fatto la differenza soprattutto nella seconda metà di gara, conquistando la sua seconda vittoria di tappa, la sesta in carriera.

Non solo Sundby, naturalmente, in casa Norvegia. Anche gli uomini, sulla falsariga delle donne di questa mattina, decidono di monopolizzare la questione e di firmare a loro volta una tripletta. Il primo dei battuti è Finn Haagen Krogh, ad un passo dal rimontare Sundby ma costretto a fermarsi a soli 2.2″ dal vincitore, mentre deve accontentarsi del gradino più basso del podio Sjur Røthe, a 6.4″. Con il secondo posto odierno, però, Krogh balza al comando della classifica generale del mini-tour, alla vigilia del decisivo inseguimento in classico di 15km, grazie al 12° posto di Paal Golberg.

A spezzare il dominio norvegese ci ha pensato Calle Halfvarsson, quarto a 7.9″. Dietro di lui, di fatto, il vuoto, con il norvegese Niklas Dyrhaug quinto ma a quasi 20″. Completano la Top 10 un altro vichingo, Chris Andre Jespersen, il finlandese Matti Heikkinen e due elvetici, un Dario Cologna più competitivo rispetto alle recenti uscite e Toni Livers. Male, tra i big, Petter Northug, 35° a quasi 1′ da Sundby.

Gara in crescendo per un discreto Roland Clara, comunque ancora lontano dalla forma migliore in 22esima posizione. Opposto, invece, il rendimento di un Francesco De Fabiani nuovamente tra i più brillanti, nonostante la tecnica meno congeniale. Il 21enne valdostano approccia al meglio i primi km, salvo calare nella seconda parte e perdere qualche posizione fino al 25° posto. Appena fuori dalla zona punti David Hofer, 32°.

Lontani Giorgio Di Centa e Dietmar Noeckler, 69° e 70°, così come Federico Pellegrino, 80°, e Maicol Rastelli, 84°.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top