Sci di fondo, Coppa del Mondo: Bjoergen e Golberg profeti in patria a Lillehammer

Marit-Bjoergen-Sci-di-fondo-Pagina-FB-Bjoergen-Libera.jpg

La tre giorni di Coppa del Mondo di sci di fondo a Lillehammer si apre nel segno della Norvegia. I padroni di casa vincono entrambe le sprint a tecnica libera disputate, occupando cinque dei sei posti sul podio a disposizione.

Poker scandinavo nella competizione femminile. Marit Bjoergen si conferma inattaccabile nelle sprint in questo avvio di stagione. Dopo aver trionfato a Ruka in tecnica classica, la 34enne si è ripetuta oggi con una superiorità disarmante, stampando in finale un tempo addirittura migliore a quello che aveva fatto segnare nelle qualificazioni. Bjoergen, al successo numero 101 in carriera, ha preceduto le connazionali Celine Brun-Lie, Heidi Weng e Maiken Caspersen Falla. Un vero e proprio dominio, se consideriamo che nel complesso vi sono ben sette norvegesi tra le prime dieci. Quinta e mai in lotta per il podio la slovena Katja Visnar, mentre deve accontentarsi della sesta piazza la tedesca Denise Herrmann, tra le più brillanti nelle batterie precedenti. 14ma Therese Johaug, favorita per la vittoria finale di questa breve corsa a tappe che domenica assegnerà 200 punti alla prima classificata.

Successo norvegese anche nella sprint maschile, dove Paal Golberg ha avuto la meglio sul rettilineo d’arrivo del russo Alexey Petukhov, unico fondista di giornata a salire sul podio senza vestire i colori della nazione ospitante. Terza posizione per Finn Hagen Krogh, a lungo in testa nell’atto conclusivo, ma poi risucchiato negli ultimi metri. Golberg festeggia la terza affermazione in Coppa del Mondo. Petter Northug è stato squalificato in semifinale per condotta irregolare.

Giornata da dimenticare al più presto per l’Italia. L’unico a qualificarsi per la fase ad eliminazione è stato David Hofer, subito eliminato nei quarti di finale (alla fine 29mo). I piazzamenti degli altri nostri portacolori: 40mo Federico Pellegrino, 41mo Francesco De Fabiani, 62mo Roland Clara, 62mo Dietmar Noeckler, 80mo Giorgio Di Centa, 98mo Maicol Rastelli. Ci si aspettava in particolare molto di più da Pellegrino, reduce dal settimo posto di Ruka in tecnica classica.

Nessuna azzurra qualificata neppure nella prova femminile: 34ma Ilaria Debertolis, 45ma Gaia Vuerich, 58ma Francesca Baudin, 68ma Greta Laurent, 82ma Virginia De Martin Topranin, 83ma Marina Piller, 95ma Elisa Brocard.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Marit Bjoergen

federico.militello@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top