Salto con gli sci, Coppa del mondo: uomini e donne impegnati da domani a Lillehammer

Noriaki-Kasai-Erlend-Bjørtvedt-CC-BY-SA-3.0.png

La Coppa del mondo di salto con gli sci ripartirà domani dalla celebre località norvegese di Lillehammer, con una sostanziale novità rispetto alle prime tappe stagionali: oltre agli uomini saranno finalmente impegnate anche le donne con una competizione nella giornata di venerdì.

Tra i maschi si presenterà in Norvegia con il pettorale giallo di leader della classifica generale lo svizzero Simon Ammann, vincitore di due gare settimana scorsa. Probabilmente l’uomo più in forma del momento, il quattro volte campione olimpico ha nel mirino la Tournèe dei Quattro Trampolini, unico trofeo mancante nella su invidiabile collezione. Insegue a breve distanza il giapponese Noriaki Kasai, il più longevo vincitore di una gara di Coppa del mondo di salto grazie alla prima posizione raggiunta domenica a pari merito con Ammann. Anche lui sta saltando in maniera eccellente e questa coppia potrebbe provare, nonostante l’età ormai non più da esordienti, a prendere ancora margine in classifica generale. Sono attesi al riscatto atleti come Anders Bardal, Severin Freund e Peter Prevc, che nonostante qualche prova positiva fino a questo momento non ha impressionato per rendimento e costanza. Ancora più indietro rispetto ai sopracitati Gregor Schlierenzauer, vincente qui lo scorso sul trampolino piccolo.

Per quanto riguarda l’Italia, Davide Bresadola sembra l’atleta in condizioni migliori e potrebbe cercare di strappare un’importante qualifica, magari entrando anche tra i migliori 30 per conquistare punti. Obiettivo simile per Sebastian Colloredo, che nelle prime uscite stagionali è apparso però leggermente indietro rispetto al compagno di squadra. L’ultimo azzurro impegnato, con meno ambizioni, sarà Andrea Morassi, in netta difficoltà in questo inizio di stagione.

In campo femminile la favorita per il successo non può che essere la giapponese Sara Takanashi, dominatrice delle ultime stagioni. La rivale più accreditata sull’HS 100 norvegese sembra essere la veterana austriaca Daniela Iraschko-Stolz, prima in entrambi i salti di allenamento con margine su tutte le avversarie. Elena Runggaldier è sembrata l’azzurra più in palla, ma Evelyn Insam ha dimostrato nella scorsa stagione di avere qualcosa in più nella compagna in gara. Entrambe, comunque, possono puntare ad un piazzamento tra le migliori venti, magari sperando anche in qualcosa di più.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Erlend Bjørtvedt –  CC-BY-SA-3.0

Lascia un commento

scroll to top