Rugby femminile: i criteri di qualificazione per i Mondiali 2017, grandi chance per l’Italia

B3IsHhLCAAAhFig.jpg

La World Rugby ha annunciato i criteri di qualificazione in vista della Coppa del mondo di rugby femminile del 2017. L’Italia, dopo aver mancato l’accesso alla manifestazione iridata della scorsa estate, potrebbe avere concrete chance di prendere parte ai Mondiali, soprattutto alla luce dei grandi progressi compiuti negli ultimi anni. E con una corsa da fare in particolare su Scozia e Galles, per le azzurre si apre più di uno spiraglio.

Alla Coppa si qualificheranno di diritto le prime sette dell’edizione giocata in Francia, ovvero Inghilterra, Canada, le stesse transalpine, Irlanda, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Australia. Gli slot vuoti verranno assegnati attraverso i seguenti metodi:

1) le due migliori classificate, ad eccezione delle tre già qualificate, dei punteggi aggregati dei Sei Nazioni 2015 e 2016. Le azzurre, insomma, dovranno fare meglio di Scozia e Galles e, considerando gli ultimi anni, non è per nulla impossibile. Basti pensare che le ragazze di Andrea Di Giandomenico non concludono all’ultimo posto dal 2009 e hanno sempre sconfitto la Scozia negli ultimi cinque anni, test match di novembre compreso

2) la vincitrice dello spareggio tra l’ultima classificata dei Sei Nazioni aggregati e la vincitrice del Rugby Europe Women’s Champions

3) le prime due classificate di un torneo con Sudafrica, una squadra dell’Oceania ed una squadra asiatica.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Foto: Twitter Federugby

Lascia un commento

Top