Pallanuoto, World League: impresa azzurra a Budva! Il Settebello batte il Montenegro ai rigori

10556262_704614622985955_8385207330192863189_n1-e1435089375839.jpg

Seconda uscita stagionale per il Settebello di Sandro Campagna e seconda vittoria in World League. Ma che vittoria… Gli azzurri battono a Budva il Montenegro vice campione mondiale in carica ai rigori, dopo l’11-11 dei 32 minuti regolamentari. E guardando un match del genere viene sempre più da dare ragione alla FINA: la vasca da 25 metri aiuta eccome ad aumentare lo spettacolo. Il Settebello si porta momentaneamente in vetta al proprio girone (tra pochi minuti ci sarà Francia-Croazia, con prevedibile successo per i campioni olimpici). Da ricordare che i ragazzi di Sandro Campagna sono comunque qualificati di diritto alle Super Final di World League come nazione ospitante.

Partenza in sordina degli azzurri, nonostante il primo gol sia segnato da Valentino Gallo. Nel primo quarto soffriamo le giocate montenegrine e, nel giro di due minuti, Cuckovic, Murisic e Saric portano la squadra di Perovic sul 3-1. Jokic e Murisic aumentano ancora lo scarto ad inizio secondo quarto, ma poi arriva la sveglia per l’Italia. Quattro reti consecutive per i nostri, con Figlioli, Gallo, Baraldi e ancora Figlioli, che ci riportano in parità. A trenta secondi dalla sirena di metà gara però arriva la tripletta di Murisic a portare in vantaggio per 6-5 il Montenegro. Nel terzo quarto sale in cattedra l’Italia: Luongo, Fondelli due volte e Figlioli ci portano sul 9-7 (di mezzo la rete di Jokic). Il quarto finale è puro spettacolo, con due squadre dal tasso tecnico altissimo che si giocano il match rispondendo colpo su colpo alle mosse avversarie. Un maestoso Figlioli risponde due volte ai montenegrini, ma nell’ultimo minuto e mezzo il fenomeno di nome Ivovic riesce da solo a pareggiare l’incontro, con una rete importantissima a 12 secondi dal termine. L’ultima azione azzurra si stampa sul palo. Ai rigori allora è Tempesti che sale in cattedra: l’albatross di Prato blocca i tiri del compagno di squadra Ivovic e Brguljan e ci fa esultare.

Questo il tabellino:

Montenegro-Italia 13-15 ai rigori (11-11 nei tempi regolamentari)

Montenegro: Radic 0, Brguljan Dra. 0, Paskovic 1, Saveljic 0, Brguljan Dar. 1, Cuckovic 1, Saric 1, Ukropina 0, Ivovic 2, Murisic 3, Klikovac 0, Jokic 2, Lazovic 0. All. Perovic

Italy: Tempesti 0, Di Fulvio F. 0, Coppoli 0, Figlioli 5, Renzuto Iodice 0, Fondelli A. 2, Giacoppo 0, Gallo 2, Figari 0, Luongo S. 1, Bruni 0, Baraldi 1, Del Lungo 0. All. Campagna

Arbitri: Stavridis (gre), Buch (esp)

Note

Parziali: 3-1 3-4 1-4 4-2 Il Montenegro parte con Lazovic in porta. Usciti per limite di falli Giacoppo (I) a 7’20 del secondo tempo e Coppoli (I) a 2’36 e Figari (I) a 7’05 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Montenegro 5/11, Italia 3/10. Sequenza rigori: Ivovic (M) para Tempesti; Figlioli (I) gol; Darko Brguljan para Tempesti; Gallo gol; Saric gol; Luongo gol; Paskovic gol; Fondelli gol.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: FIN

Lascia un commento

Top