Pallanuoto, World League: ancora una vittoria per il Settebello, Campagna può esultare

phoca_thumb_l_20140211_itager_worldleague_gper_06_6386.jpg

Nella pallanuoto maschile tornare dal Montenegro con una vittoria (anche se ai rigori) non è mai facile. La scuola montenegrina è una delle migliori al mondo e lo si vede dai risultati: quarti agli ultimi Europei, ma argento ai Mondiali di Barcellona 2013. Eppure il Settebello, nonostante non abbia molto da chiedere a questi gironi di World League e non stia giocando con la rosa al completo, ci è riuscito.

Ieri sera nel secondo incontro di World League, a Budva, Tempesti e compagni sono riusciti a sconfiggere a domicilio la banda di coach Perovic. Incontro dall’alto tasso di spettacolarità, con improvvisi cambi di fronte (resi possibili anche dal fatto di giocare in una piscina da 25 metri, novità azzeccata pienamente) e di risultato. Il Montenegro era partito forte, l’Italia poi era salita in cattedra a metà gara, sperando di aver chiuso il match, che è stato riaperto allo scadere dal fenomenale Ivovic. Ai rigori protagonista il solito Tempesti, insuperabile, che ci ha fatto portare a casa i 2 punti (quando si va ai rigori 1 punto va agli sconfitti).

Queste le parole di Sandro Campagna: “Sotto 5-1 è cambiata la partita. Ho chiamato timeout è detto chiaramente ai ragazzi che non potevamo continuare a giocare senza personalità e disciplina. In quel modo avremmo potuto anche perdere con dieci gol di scarto. I ragazzi hanno reagito immediatamente. Ci hanno messo cuore e carattere. Hanno alzato i ritmi, velocizzato il fraseggio, mosso di più il pallone e nuotato meglio. E’ stata una risposta veemente, che ha abbassato la qualità del Montenegro costretta ad inseguire sul 9-7 un nostro parziale di 8-2. Avremmo meritato di vincere nei tempi regolamentari. Il gruppo ha dimostrato di poter gestire ritmi vertiginosi e di sapersi imporre anche in ambienti difficili e contro squadre molto forti come il Montenegro. Queste sono le partite che cementano la squadra, innalzano la qualità, accrescono esperienza e alimentano la fiducia per proseguire un percorso di crescita che si sta rivelando importante”.

L’Italia nel girone C insegue la Croazia (vincitrice ieri con la Francia) ad un punto. Prossimo appuntamento proprio lo scontro diretto con i campioni olimpici a Torino il 20 gennaio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: FIN

 

Lascia un commento

Top