Calcio, Supercoppa Italiana: il Napoli trionfa dopo un’infinita serie di rigori

Higuain-Calcio-Flick-assolutamente-libera.jpg

Il Napoli è supercampione d’Italia 2014. Rafa Benitez si conferma ancora una volta allenatore avvezzo alle partite secche e, giocando meglio della Juventus e colpendo due pali, trionfa ai rigori dopo il botta e risposta Tevez-Higuain. Dal dischetto la Vecchia Signora spreca incredibilmente due match point e Padoin si fa parare l’ultimo tiro da Rafael.

L’approccio della difesa partenopea è però da incubo. Al 5′ Koulibaly e Raul Albiol si scontrano ingenuamente e permettono a Tevez di involarsi verso Rafael: l’Apache mantiene la freddezza e porta in vantaggio i bianconeri. La reazione del Napoli arriva al quarto d’ora: sinistro di Hamsik che colpisce il palo a Buffon battuto. E’ sempre lo slovacco il più pericoloso della squadra di Benitez, che paga il primo tempo abulico di Callejon e Higuain (poi decisivo). Al 26′ il trequartista, questa volta di destro, sfiora il montante, ma la Juventus continua a rimanere pericolosa con gli inserimenti degli esterni e le sponde di un illuminato Tevez. Il Pipita impegna Buffon con un tiro a giro, ma all’intervallo sono i bianconeri a condurre il match.

L’inerzia però non è totalmente nelle mani degli uomini di Allegri. E il Napoli cresce a inizio ripresa: Callejon, lanciato in contropiede, chiude troppo il diagonale e la palla termina a lato, mentre al 60′ Higuain è ancora fermato dal palo con un delizioso pallonetto di esterno. Gli azzurri ormai ci credono e al 68′ Higuain acciuffa il pareggio con un colpo di testa ravvicinato. La partita cambia e il Napoli tenta di vincerla subito: le squadre si allungano ma latitano le grandi occasioni, a parte un tiro di Tevez da centro area che finisce a lato. Si va ai supplementari.

Le squadre sono stanche e peccano di lucidità. Meglio la Juventus, con Vidal che a botta sicura sbatte su un Koulibaly finalmente ben piazzato sulla linea di porta, e al primo minuto del secondo overtime arriva la magia di Tevez che sembra regalare la Supercoppa ai piemontesi. Pogba è immenso a difendere palla e a saltare due uomini, poi serve l’argentino che con una finta supera Koulibaly e insacca Rafael nell’angolino. I rimanenti minuti trascorrono praticamente senza schemi: Buffon è provvidenziale su Higuain e Callejon, ma a tre giri d’orologio dal termine è proprio il Pipita a ristabilire la parità in girata e portare la finale ai calci di rigore.

La serie dei penalty si apre con un doppio errore: Buffon vola e para il tiro di Jorginho, poi Tevez spiazza Rafael ma sbatte sul palo. Segnano Goulham, Vidal, Raul Albiol, Pogba, Inler, Marchisio, Higuain, Morata, Gargano e Bonucci, ma a oltranza Buffon ipnotizza Mertens. Chiellini avrebbe la possibilità di chiudere i conti, ma il suo sinistro incrociato è lentissimo e Rafael blocca agilmente. Fallisce anche Callejon, che completa la sua giornata no, ma ancora la Juventus non chiude la gara con la conclusione alta di Pereyra. Koulibaly è aiutato dal palo, poi Rafael intercetta con la mano di richiamo il rigore di Padoin. E’ tripudio Napoli al cardiopalma.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top