Boxe – Bundu, ritorno al futuro. Nuova sfida europea?

Boxe-Leonard-Bundu-Keith-Thurman-FB.jpg

L’incontro della scorsa notte contro lo statunitense Keith Thurman rappresentava per Leonard Bundu l’occasione della vita, quella di conquistare il titolo mondiale ed addirittura la possibilità di sfidare il grande Floyd Mayweather, considerato come il miglior pugile attualmente in attività. Ma, se è vero che il quarantenne fiorentino d’adozione si è lasciato sfuggire questa chance, è altrettanto vero che alla sua età, non più verdissima, un incontro del genere andava disputato per coronare una carriera comunque brillantissima.

Classe 1974, Bundu difficilmente avrà l’occasione di combattere nuovamente per una cintura mondiale, ma questo non significa che la sua militanza nella boxe professionistica debba subire una battuta d’arresto. Il boxer nativo della Sierra Leone potrebbe infatti puntare a riprendersi la corona europea dei welter contro Gianluca Branco, in un incontro che metterebbe di fronte due dei migliori esponenti della boxe italiana del momento. Il pugile di Civitavecchia, che ha addirittura quattro anni in più di Bundu, ha conquistato il titolo continentale lo scorso novembre contro il polacco Rafał Jackiewicz, approfittando proprio della decisione del toscano, che, concentrato sulla sfida mondiale, aveva deciso di non difendere la sua cintura, lasciandola vacante.

Bundu, del resto, sarebbe lo sfidante ideale per Branco, visto che non ha ancora subito sconfitte negli incontri validi per la corona europea. Nel giugno 2011, infatti, sfidò per la prima volta Daniele Petrucci, pareggiando. Cinque mesi più tardi, il pugile di origine africana conquistò la vittoria contro lo stesso Petrucci, per poi difendere il suo titolo in ben sei occasioni, fino all’ultimo successo dello scorso agosto contro Frankie Gavin. Ora Bundu, dopo la tentata avvenutra mondiale, potrà provare a riprendersi la cintura EBU, mentre Branco avrà la possibilità di dimostrare di essere davvero il più forte, e di non essere divenuto campione solamente grazie alla rinuncia del connazionale. Se avrà luogo, la sfida sarà molto suggestiva e certamente non mancherà di captare l’interesse dei tanti appassionati italiani.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Keith Thurman (Facebook)

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top