Atletica, doping: Drummond squalificato otto anni per il caso Gay

oa-logo-correlati.png

L’agenzia statunitense antidoping (USADA) ha comunicato la sospensione per la durata di otto anni a partire dal 17 dicembre 2014 del quarantaseienne Jon Drummond, ex atleta ed allenatore di Tyson Gay fino all’esplosione del caso doping che lo ha riguardato. Il campione olimpico della 4×100 metri a Sydney 2000, divenuto però famoso soprattutto per la protesta ai Mondiali di Parigi 2003 dopo che fu squalificato per falsa partenza ai quarti di finale della distanza regina, avrebbe “detenuto, trafficato e amministrato dei prodotti dopanti per un atleta sotto la sua responsabiità“, come si legge nel comunicato ufficiale con chiaro riferimento a Tyson Gay, che durante il processo sportivo che lo riguardava ha chiamato in causa lo stesso Drummond. Per i prossimi otto anni dunque, il texano “non potrà allenare, consigliare degli atleti o prendere parte a delle prove organizzate sotto l’egida della Federazione Statunitense di Atletica“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top