Sci alpino, Michela Azzola: “L’obiettivo è la continuità”

azzola1.jpg

MILANO – Lo slalom femminile è la disciplina dello sci alpino dove notoriamente l’Italia fa una fatica maggiore, ormai da molti anni. Con la sola Chiara Costazza capace di restare stabilmente tra le prime trenta e potenzialmente tra le prime 15, urge qualche altra carta da calare nella mischia dei paletti stretti: una di queste risponde senz’altro al nome di Michela Azzola. Per la ventitreenne di Albino, paese posto all’imbocco della Valle Seriana, si contano una ventina di gare disputate in Coppa del Mondo tra slalom e gigante con l’undicesimo posto conquistato a Bormio, a gennaio, come miglior risultato: “Il mio obiettivo è chiaramente quello di trovare una continuità maggiore sul piano dei risultati; tuttavia non scenderò mai col freno tirato, perché in Coppa del Mondo bisogna dare tutto e prendersi tutti i rischi del caso per ottenere qualcosa di importante” ha dichiarato durante la tappa di martedì di Fisi in Tour.

La stagione 2013-2014 si è chiusa, per la finanziera lombarda, con i primi punti della carriera conquistati anche in gigante (“una specialità nella quale credo tantissimo” – ha aggiunto) e con un ventiduesimo posto tra i rapid gates ad Are, prima di un fastidioso problema alla cartilagine del ginocchio che la riporterà sugli sci solamente a fine ottobre. Un disavventura da lei commentata così: “Sto ancora recuperando da questo stop e dunque non parteciperò allo slalom di Levi. In ogni caso, mi sembra di essere sulla strada giusta e vedrò come reagisce il ginocchio sulla neve

foto: Efrem Merelli/profilo Facebook Michela Azzola

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top