Sci alpino, gigante Sölden: i favoriti

Tina-Maze-Sci-Pagina-FB-profilo-ufficiale.jpg

Senza Aksel Lund Svindal, Matthias Mayer, Jean-Baptiste Grange e Felix Neureuther nel settore maschile, senza Lindsey Vonn nella prova femminile, la Coppa del Mondo di sci alpino riparte nel weekend da Sölden orfana di alcuni dei suoi più importanti protagonisti, ma altrettanto pronta ad offrire spettacolo.

Gare strane quelle del Rettenbach, corse nelle più diverse condizioni a seconda dell’anno: capita di avere una lastra di ghiaccio sotto gli sci, capita di trovarsi su una neve resa quasi acquosa dal caldo. In questi giorni sulle Alpi austriache sta abbondantemente nevicando (ferve infatti il lavoro dei volontari, che per gli scherzi del vento si trovano talvolta alle prese con due metri di neve) e le temperature dovrebbero restare sotto lo 0 per tutto il weekend, lasciando probabilmente un mano non ghiacciato in modo uniforme che potrebbe richiedere dunque una grande morbidezza nel gesto tecnico.

Difficile dunque elencare i favoriti, per la storica peculiarità di questa gara e per l’assenza di termini di riferimento, essendo l’opening stagionale. In ogni caso, nella prova femminile che andrà in scena sabato mattina si dice un gran bene di Tina Maze, che ha recentemente elogiato la collaborazione con Valerio Ghirardi; ovviamente, non partono certo sconfitte le varie Fenninger, Gut (vincitrice l’anno scorso), Weirather, Rebensburg, così come pare che Mikaela Shiffrin abbia compiuto progressi importanti anche tra le porte larghe. Non sarà invece al top la campionessa mondiale in carica Tessa Worley, reduce da un infortunio al ginocchio che le ha permesso di sciogliere le riserve sulla propria partecipazione solo pochi giorni fa.

Nel maschile, il gigante è solitamente teatro di inenarrabili duelli tra Ted Ligety e Marcel Hirscher, tra i quali proverà ad inserirsi, come del resto per la conquista della Coppa del Mondo assoluta, il talentuosissimo francese Alexis Pinturault. Al pari della Shiffrin, sarà molto importante osservare i progressi di un’altra giovane stella come Henrik Kristoffersen, specialista dei paletti stretti con grandi qualità anche in gigante. Le sorprese poi sono dietro l’angolo: sorprese relative, ovviamente, che possono chiamarsi Fritz Dopfer tra i ragazzi o Marie-Michèle Gagnon tra le ragazze. Senza dimenticarsi della squadra azzurra…

A questo link le speranze azzurre al maschile per la nuova stagione
A questo link le speranze azzurre del settore femminile

foto: pagina Facebook Tina Maze

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top