Olimpiadi invernali 2022: i Giochi si terranno in Asia, Oslo si ritira

Oslo-2022.png

Dopo Stoccolma, Cracovia e Leopoli, anche l’ultima candidata ufficiale del continente europeo, Oslo, ha annunciato il proprio ritiro dalla candidatura per l’organizzazione delle Olimpiadi invernali 2022. L’annuncio delle autorità norvegesi è arrivato ieri sera, ed è stato giustificato con una mancanza di finanziamenti da parte del governo centrale: “Speravo in un altro esito questa sera e sono molto deluso“, ha dichiarato il sindaco della capitale, il conservatore Stian Berger Røsland. Ma, proprio i conservatori, sono stati coloro che hanno votato contro il progetto olimpico in Parlamento.

Secondo il Primo Ministro, Erna Solberg, “il sostegno non è sufficiente per portare a termine un progetto così grande“. A pesare in modo decisivo, è stato probabilmente il parere dell’estrema destra populista, che sostiene il governo di Enna Solberg e che avrebbe spinto i conservatori a votare contro per preservare l’unità del governo.

La scelta della città che ospiterà le Olimpiadi invernali 2022 si terrà il 31 Luglio 2015 a Kuala Lumpur, in Malayasia: una località più che mai adeguata, visto che ultime due concorrenti sono due città asiatiche, la cinese Pechino e la kazaka Almaty.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top