Ginnastica, Mondiali 2014 – Male Spagna e Brasile, Olanda battibile: bene per l’Italia! Caduta Steingruber

Giulia-Steingruber-Grand-Prix.jpg

Nella notte è proseguito il turno di qualificazione ai Mondiali 2014 di ginnastica artistica dopo lo spettacolo.

L’infortunio di Elisa Meneghini ha indubbiamente complicato la rincorsa dell’Italia alla finale ma da dietro non ci sono grossissimi scossoni. Le “nuove” avversarie non hanno brillato: la Spagna è scivolata, ha commesso troppi errori alla trave e si è fermata a un mesto 211.727. Il nuovo Brasile di Alexandrov non poteva impensierirci (a detta anche dello stesso coach verdeoro) e non è andato oltre 211.621, sbagliando davvero troppo al corpo libero. Fa meglio l’Olanda (214.662) che si piazza di pochi decimi davanti a Belgio e Canada, scese in pedana nella prima suddivisione.

Insomma l’Italia può entrare tra le migliori otto con una prova solida. L’Australia ha perso in corsa la stella Mitchell e dunque non ci sarà d’intralcio. Potrebbe incutere qualche timore la rientrante Corea del Nord, ma se le azzurre faranno il loro non ci dovrebbero essere scherzi.

 

Fa notizia la clamorosa caduta di Giulia Steingruber al corpo libero mentre esegue il doppio carpio: la svizzera, favorita per le medaglie, rimane fuori dalla finale! Al volteggio va invece meglio con un complessivo 14.700 che la inserisce momentaneamente al quarto posto.

Non va di certo meglio a Roxana Popa che è si complessivamente lineare sui quattro attrezzi, ma sono troppo bassi i punteggi di trave (13.366) e parallele (14.033) per sperare di gareggiare nel weekend, mentre al corpo libero (14.166), sarà comunque difficile entrare in finale.

Da annotare le grandi prove della messicana Medina Moreno (14.816) e della vietnamita Phan (14.800) alla tavola. Una dolorante Anna Pavlova non riesce a esibirsi al meglio al volteggio commettendo molti errori (12.699) e rimanendo fuori dalla finale.

 

Al termine della quarta suddivisione questa è la classifica a squadre: Russia al comando con 228.135 punti, secondi i Paesi Bassi (214.662), terzo il Belgio (214.469), quarto il Canada (214.102), quinto il Messico (212.795), sesta la Spagna (211.727), settimo il Brasile (211.621), ottava la Polonia (210.369), nona la Svizzera (208.037), decima la Colombia (203.002), 11esima l’Argentina (201.187), 12esima l’Irlanda (187.445), 13esimo l’Egitto (184.928), 14esimo l’Azerbaijan (182.762) complice un clamoroso 0 al volteggio per un motivo curiosissimo (la ginnasta è partita prima del semaforo verde).

 

A livello individuale conduce sempre Aliya Mustafina (58.874) davanti alla connazionale Alla Sosnitkskaya (56.740) e alla spagnola Roxana Popa (56.398). Da segnalare sesta la canadese Black (55.532), settima la svizzera Steingruber (54.966), quinta la polacca Pihan (55.665). Alle parallele svettano Mustafina (15.166) e Spiridonova (15.100). Cinque russe nelle prime cinque posizioni, seguite da Roxana Popa (14.033). La finale è ancora tutta da scrivere.

Alla trave comanda la canadese Ellie Black (14.466) che precede Mustafina (14.308) e Steingruber (14.033). La Campionessa del Mondo rischia la finale, la svizzera sembra già fuori. Clamorosa eliminazione con caduta per Maria Kharenkova.

Al corpo libero brilla Mustafina (14.500) che è in pole position per la finale, mentre Roxana Popa è a rischio col suo 14.166.

Al volteggio primeggia la russa Alla Sosnitskaya (15.016), seconda la sorprendente messicana Medina Moreno (14.816), terza la specialista vietnamita Phan (14.800), quarta Steingruber (14.700).

 

Articoli correlati:

Mondiali 2014 in DIRETTA – Il turno di qualificazione su Olimpiazzurra

Mondiali 2014 – VIDEO: grande Mustafina! “Rientro” al libero, super parallele, ma alla trave…

Mondiali 2014 – La Russia batte il primo colpo. Grande Mustafina tra gioie e rischi; Kharenkova da shock

Mondiali 2014 – Ragazze, tocca a voi: che domenica! Russia sfida USA e altre super big in qualifica

Mondiali 2014 – Turno di qualificazione. Ordini di rotazione di domenica 5 ottobre

Mondiali 2014 – Programma, orari e diretta di domenica 5 ottobre

Lascia un commento

Top