Coni: definiti i contributi 2015 alle Federazioni. Più soldi per tutti, perde solo il calcio

Bandiera_Italiana1.jpg

Dopo l’annunciato taglio da 20 milioni di euro alla Figc, oggi è arrivata l’ufficializzazione dei contributi erogati dal Coni alle Federazioni affiliate per la stagione 2015.

La stangata sul calcio ha avuto l’effetto benefico di garantire più soldi per tutti: i nuovi parametri di assegnazione, tra cui figurano anche i risultati sportivi conseguiti nel passato recente, fanno sì che tutte le Federazioni, Figc esclusa, riceveranno una cifra maggiore rispetto a quella dell’anno in corso.

Sensibile l’aumento dei contributi per atletica (su cui il Coni punta in maniera decisa per un rilancio), nuoto, badminton, tennistavolo, tiro a segno, taekwondo e pugilato.

Di sicuro una presa di posizione importante ed epocale da parte del Coni, che ha deciso di penalizzare il calcio per sovvenzionare al meglio tutte le altre discipline.

Le Federazioni hanno beneficiato in alcuni casi di un incremento del budget deciso e, al giorno d’oggi, non è cosa da poco (e di questo va dato atto al grande lavoro svolto dal presidente Giovanni Malagò). A questo punto, sulla strada verso le Olimpiadi di Rio 2016, l’alibi delle ristrettezze economiche non potrà essere evocato.

CLICCA QUI PER PRENDERE VISIONE DEL DETTAGLIO DEI CONTRIBUTI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top