Bob: la positività olimpica costa sette mesi a William Frullani

Frullani.jpg

Il bobbista William Frullani è stato squalificato per sette mesi in seguito alla positività riscontrata alla Metilesanamina, dopo un controllo antidoping effettuato durante i Giochi Olimpici di Sochi. La sentenza, emessa dalla Seconda Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, ha affermato “la responsabilita’ dell’atleta William Frullani in ordine all’addebito ascrittogli e, visti gli artt. 2.1 e 10.4 del Codice Mondiale Antidoping, gli infligge la sanzione della squalifica per 7 mesi con decorrenza dal 1 ottobre 2014 e scadenza al 30 aprile 2015; condanna William Frullani al pagamento delle spese del procedimento, quantificate forfettariamente in euro 350,00; rigetta la richiesta avanzata dall’UPA in ordine all’applicazione della sanzione economica accessoria; dispone che il presente provvedimento sia comunicato all’interessato, all’UPA, alla F.I.B.T, alla Federazione di appartenenza (Fisi) e alla Societa’ di appartenenza all’epoca dei fatti”.

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top