Basket, Supercoppa 2014: le squadre, Banco di Sardegna Sassari

basket-manuel-vanuzzo-sassari-fb-pagina-ufficiale-dinamo-sassari.jpg

In questo fine settimana verrà assegnato il primo trofeo della stagione, la Supercoppa Italiana 2014. Per la prima volta nella storia non ci saranno solo due squadre a contendersi la coppa, ma quattro in una Final Four che si disputa a Sassari.

Dopo aver analizzato nel dettaglio l’EA7 Emporio Armani Milano, oggi tocca alla formazione padrone di casa, il Banco di Sardegna Sassari, che partecipa alla Supercoppa in qualità di vincitore dell’ultima edizione della Coppa Italia, primo storico trofeo per la società del presidente Stefano Sardara.

La Dinamo negli anni ha avuto una crescita continua di rendimento, che l’ha portata appunto ad alzare una coppa e raggiungere la semifinale nei playoff Scudetto, venendo sconfitta solo in gara 6 dall’Olimpia. Di quella formazione, però, è rimasto poco e Meo Sacchetti dovrà ricostruire da nuovo, anche se il gruppo è molto forte e competitivo.

Inoltre in queste stagione ci sarà anche la parentesi importantissima dell’Eurolega e Sassari può anche puntare a superare la prima fase, visto che il girone è difficile,ma non impossibile. Certo bisogna capire come la squadra potrà reagire al continuo doppio impegno settimanale, ma i nuovi acquisti sono stati fatti proprio in funzione di questo dato e i giocatori arrivati sono abbastanza esperti e hanno già giocato in Eurolega.

Prima di parlare di coloro che sono appena sbarcati in Sardegna, dobbiamo assolutamente soffermarci su due giocatori che non vestiranno più la maglia di Sassari e che hanno fatto la storia della Dinamo. I cugini Diener hanno preso strade diverse ed entrambi hanno salutato il pubblico del PalaSerradimigni in quella gara6 con Milano: Travis ha addirittura annunciato il ritiro, mentre Drake ha sorpreso tutti e ha firmato per l’ambiziosa Reggio Emilia e quindi affronterà da avversario la sua Sassari e sarà una sfida molto particolare per la guardia americana, votato MVP della passate stagione.

Il reparto dei piccoli è completamente cambiato: partiti i Diener e Green, sono arrivati Edgar Sosa dalla formazione tedesca del Ratiopharm Ulm e fresco di Mondiali con la Rep.Dominicana (poco più di cinque punti di media a partita);  Jerome Dyson, reduce da una super stagione a Brindisi e certamente uno dei migliori play/guardia nell’ultimo campionato; David Logan, giocatore molto esperto e che ha assaporato l’Eurolega con le maglie di Panatinhaikos, Baskonia, Maccabi, Alba Berlino.

Anche tra i lunghi il roster ha subito numerose modifiche: l’ultimo acquisto è stato quello di Marco Cusin, reduce da un’altra estate molto positiva con la maglia azzurra; mentre prima erano arrivati Miroslav Todic, Shane Lawal e Jeff Brooks, che insieme all’italiano formano davvero un reparto di grande valore e che può portare molto in alto la Dinamo.

La Supercoppa diventa un banco di prova molto importante e il giocare davanti al proprio pubblico può dare ulteriori motivazioni. La finale contro Milano sembra quasi scontata, ma prima bisogna superare Roma. Una coppa per iniziare al meglio una stagione ricca di appuntamenti e che può consacrare definitivamente la Dinamo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB Dinamo Sassari

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top