Volley, Mondiali 2014 – Semifinali! Brasile per il poker, Polonia per sognare, la Francia ci prova…

Brasile-volley-Mondiale.jpg

Il Mondiale è entrato nella sua fase calda, quella che assegna l’iride. Oggi è giornata di semifinali: alle 16.40 Francia vs Brasile; alle 20.25 Polonia vs Germania. Tutte le sfide saranno trasmesse in diretta su RaiSport1.

 

Il Brasile è ora ufficialmente il superfavorito per il titolo. I verdeoro, partiti in pole position insieme alla Russia eliminata, vedono l’impresa a un passo: la conquista del quarto iride consecutivo, numero mai riuscito a nessuna Nazionale nella storia. I Campioni del Mondo (uscenti) sono alla loro quinta semifinale consecutiva, la nona nelle ultime dieci edizioni: numeri da urlo!

In Polonia si sono dimostrati squadra tonica, snella, magari non dirompente come ci ha abituato ma efficace al massimo. Hanno sconfitto per due volte la grande rivale Russia e hanno perso un solo match, contro i padroni di casa al tie-break. Il loro gioco si conosce: pressione che non lascia respiro agli avversari, super difese, bel lavoro in contrattacco e una costruzione ottimale.

Hanno dovuto affrontare qualche problema di infortuni, ma sembra che abbiano risolto nel migliore dei modi. Wallace si è ripreso alla grandissimo e sarà pronto a guidare i suoi accanto a Lucarelli e Lucas. Le invenzioni di Bruninho, però, saranno l’arma più temibile per chi sarà dall’altra parte della rete.

 

La Francia sfiderà lo squadrone sudamericano, al termine di una cavalcata davvero trionfale e inaspettata per molto. Sono indubbiamente una outsider di lusso, alla vigilia ritenuta sì un’ottima squadra ma che nemmeno il tifoso più sfegatato credeva di poter rivedere tra le migliori quattro del Pianeta. I transalpini hanno sconfitto tutte le formazioni che, sulla carta, erano molto più blasonate di loro: USA, Serbia, Iran (due volte) perdendo con la Polonia solo al tie-break (ma con primato già acquisito), unica sconfitta di questa rassegna insieme al rimontone subito dall’Italia (che ha invece rappresentato la nostra unica luce).

I galletti si ripresentano in semifinale per la terza volta nella loro storia, dopo 12 anni dal clamoroso terzo posto del 2002 e avranno davanti un ostacolo che sembra insormontabile. I ragazzi di Tillie dovranno davvero realizzare l’impressa se vorranno regalarsi una leggendaria e sbalorditiva finale. Servirà essere perfetti, commettere pochi errori (vero cruccio della squadra), mettere pressione al servizio e soprattutto percentuali in attacco davvero elevate con Ngapeth, Rouzier, Le Roux.

 

La Polonia torna in semifinale dopo soli otto anni, dal secondo posto del 2006 quando ruppero un digiuno che durava dal trionfo del 1974. I padroni di casa sperano ovviamente di ripercorrere le orme degli eroi della Patria che alzarono la Coppa nel 1974. L’attacco alla finale è assolutamente alla portata di mano di una formazione che ha impressionato nell’ultima settimana, sconfiggendo il Brasile ed eliminando la Russia: Campioni del Mondo ko, Campioni Olimpici a casa.

Il muro di Lodz è esploso, ora tocca alla fornace di Katowice accompagnare i ragazzi di Antigà verso l’atto conclusivo del loro Mondiale. Ci penserà il solito scatenato Wlazly, eroe nei due recenti big match, ma avrà bisogno anche dall’apporto di Winiarski e Nowakowski che non sono stati brillantissimi contro la Russia.

 

La Germania rappresenta la grande sorpresa di questo Mondiale. La Francia è comunque attrezzata, si sapeva che avrebbe comunque potuto impensierire le big del torneo, ma i tedeschi tra le migliori quattro del Mondo sono un’assoluta novità. Tra l’altro nell’anno del trionfo iridato nel calcio.

Questa è la loro prima semifinale da “unificati”, ma andando anche ad analizzare le statistiche precedenti alla caduta del Muro di Berlino bisogna risalire al 1974 per ritrovare l’ultima semifinale: sono passati 40 anni dalla grande Germania dell’Est che vinse il titolo nel 1970 e che fu capace di entrare tra le magnifiche quattro nell’edizione precedente e in quella successiva.

Il loro torneo si può riassumere in due grandi vittorie: quella sulla deludente Bulgaria che li ha qualificati alla terza fase (insieme all’agevole controllo sul Canada) e soprattutto quella sul favorito Iran mercoledì sera che li ha spediti a giocarsi la sfida ai padroni di casa.

Il loro gioco è molto semplice e si appoggia quasi interamente sul disarmante opposto Grozer: solo le sue bombe possono far sognare i teutonici e spezzare le fantasie dei polacchi che già pregustano la supersfida al Brasile.

 

Da ricordare che alle 13.40 l’amareggiata Russia e il già appagato Iran si sfideranno a Lodz per il quinto posto, importante in ottica ranking. Italia attenta alla finestra, c’è in palio la qualificazione alla Coppa del Mondo….

 

Articoli correlati:

Mondiali 2014 – Semifinali! Brasile per il poker, Polonia per sognare, la Francia ci prova…

Mondiali 2014 – Programma, orari e tv di sabato 20 settembre

 

Clicca qui per mettere mi piace alla pagina “La chiamano pallavolo, io la chiamo vita”

Clicca qui per mettere mi piace alla pagina “La pallavolo, vita”

Clicca qui per mettere mi piace alla pagina “Capitan Savani”

Clicca qui per mettere mi piace alla pagina “Ivan Zaytsev

Tag

Lascia un commento

Top