Tennistavolo, Europei 2014: ancora Germania tra gli uomini? L’Italia…

Logo-europei-tennistavolo-20141.jpg

Pochi giorni al via degli Europei 2014 di tennistavolo a squadre, in programma a Lisbona dal 24 al 28 settembre. Oggi verrà analizzato il torneo maschile, diviso tra Championship, Challenge e Standard Division. Promosse e retrocesse due squadre per serie, le prime quattordici del Championship e la vincitrice del Challenge conquisteranno il pass per i Giochi Europei di Baku 2015.

FAVORITE – La Germania campione in carica sarà la squadra da battere. I tedeschi, guidati dal bronzo olimpico Ovtcharov (battuto settimana scorsa in Belgio dall’azzurro Niagol Stoyanov, qui il video dell’impresa), sono testa di serie e sfideranno nel girone A del Championship Division il Portogallo padrone di casa, l’Austria e l’Ungheria. Attenzione anche alla Bielorussia, terza nel 2013: Samsonov è sempre un top player di livello mondiale. I rossoverdi dovranno superare nel girone C Svezia, Italia e Polonia.

OUTISDER – Grecia e Russia su tutte, teste di serie dei gruppi B e D e rispettivamente argento e bronzo in carica. Ma anche la Francia (girone B) e la Romania (C) potrebbero dire la loro in un torneo che si prospetta molto equilibrato.

ITALIA – Della situazione degli azzurri abbiamo già parlato in questo articolo. La rosa dei convocati non è stata ancora comunicata, ma difficilmente ci saranno differenze dagli ormai collaudati Bobobica, Stoyanov, Mutti e Rech Daldosso. L’Italia, che a maggio ha conquistato il secondo posto nel Challenge Division mondiale ottenendo dunque la promozione in Championship, potrebbe rappresentare una gradita sorpresa e raggiungere – perché no – un piazzamento tra le prime otto del Vecchio Continente. Sarebbe un’ottima base di partenza per il futuro, che al maschile si preannuncia quantomeno vivace.

PROMOZIONI/RETROCESSIONI – Ungheria, Slovacchia, Polonia e Repubblica Ceca dovrebbero essere le quattro nazioni chiamate ad evitare gli ultimi due posti nel Championship Division. Dal Challenge, sono in pole per la promozione Ucraina, Slovenia, Inghilterra (che dal 2015 farà parte della massima serie mondiale) e Serbia. Lettonia, Irlanda, Finlandia e Norvegia rischiano l’inferno della Standard, dal quale puntano ad uscire soprattutto Israele, Olanda, Montenegro e Galles.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

scroll to top