Ryder Cup, day 1: show dell’Europa nei foursomes, punteggio ribaltato

Bsm0WJnCAAAQo_G.jpg

C’è solo Europa nel pomeriggio di Gleneagles. Nei foursomes (colpi alternati) che chiudono la prima giornata di Ryder Cup, le coppie scelte da McGinley fanno cambiare marcia al Vecchio Continente rispetto agli stenti di questa mattina e dominano degli inconsistenti Stati Uniti, staccandoli sul 5-3. Ben tre match su quattro portano la firma dei campioni in carica e, oltretutto, l’unico pareggio deriva da un’imperiosa rimonta di McIlroy e Garcia. Promosse a pieni voti, dunque, le intuizioni dal capitano irlandese, eccezion fatta per la coppia Poulter/Gallacher vista in mattinata. Gli States sono già con le spalle al muro.

Lee Westwood, dopo una stagione tra tante ombre e poche luci, prende in mano la gara fin da subito con un ottimo Jamie Donaldson e porta la coppia anglo-gallese alla vittoria contro una dei doppi più temibili della squadra statunitense, Jim Furyk/Matt Kuchar. Dalla sesta buca in poi, infatti, gli europei salgono in cattedra e mantengono la leadership fino alla 18, quando infilano il birdie con cui chiudono sul 2Up. Talentuosi, ma poco cattivi, gli americani, mentre Westwood e Donaldson si sono guadagnati senza dubbio la riconferma per il doppio di domani mattina.

I veri mattatori di giornata, però, sono Henrik Stenson e Justin Rose, a punteggio pieno dopo due doppi. Lo svedese e l’inglese trovano il feeling giusto anche nei colpi alternati, concedendo poco o nulla ad una coppia ben collaudata come Hunter Mahan/Zach Johnson. I due statunitensi riportano il match in parità alla 14, ma la coppia europea fa valere la maggiore qualità e costanza di rendimento e il Par della 15 e il birdie alla 17 consentono al n°5 e al n°6 del mondo di vincere 2&1 e di segnare il secondo personalissimo punto della giornata, nonché di permettere all’Europa di ritornare in vantaggio per 3,5-2,5.

Costretti a soffrire, nonostante fosse la coppia più promettente in linea teorica, Rory McIlroy e Sergio Garcia. Questa volta, però, il nord-irlandese e lo spagnolo sono protagonisti di un’eccellente rimonta nelle ultime due buche, differentemente dal fourball della mattina, quando entrambi si erano spenti proprio nel momento topico del match. Situazione capovolta anche per Jimmy Walker e Rickie Fowler, che devono accontentarsi di un pareggio sebbene alla 16 fossero avanti di 2Up. Decisivi un gran putt di McIlroy alla 17 ed uno straordinario secondo colpo di Garcia dal rough alla 18.

Non perdona, invece, la strana coppia. Intorno a Victor Dubuisson e Graeme McDowell, due grandi interpreti di match play, circolava grande ottimismo ed il rookie francese e l’esperto nord-irlandese non hanno steccato il loro primo appuntamento in coppia. E lo scalpo è di quelli nobili, ovvero il duo Phil Mickelson/Keegan Bradley, imbattuti fino a questo pomeriggio (quattro vittorie e zero sconfitte) ma superati anche con relativa facilità dai due europei. Dalla 2 in poi, infatti, Dubuisson e McDowell hanno conservato almeno una buca di vantaggio, sino al birdie decisivo di GMac alla 16 per il 3&2 conclusivo e per il 5-3.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla pagina dedicata al golf!
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Foto: Twitter UK GolfClubs

Lascia un commento

Top