Mondiali ciclismo 2014: le pagelle degli azzurri dopo le cronometro

oa-logo-correlati.png

Negli ultimi giorni sono andate in scena le cronometro individuali e a squadre dei campionati del mondo di ciclismo su strada in corso di svolgimento a Ponferrada, nel nord della Spagna. nelle prove contro il tempo sono scesi in pista anche diversi atleti italiani: proviamo ad analizzare le prestazioni dei nostri portacolori mediante le consuete pagelle di OA.

QUINZIATO Manuel, OSS Daniel, voto, 10: sul podio con la BMC nella cronosquadre. Contro i favori del pronostico, la squadra statunitense è riuscita a precedere con una prova maiuscola le squadre favorite alla vigilia come Orica-GreenEDGE e OmegaPharma-QuickStep. Un terzo degli atleti impegnati era italiano: orgoglio azzurro.

GASPARINI Alice, BERTIZZOLO Sofia, voto 6,5: discreta prova per entrambe nella cronometro femminile Juniores, chiusa a ridosso della top 10 rispettivamente in 13^ e 14^ posizione. L’Italia non vanta una grande tradizione a cronometro tra le ragazze (e la tendenza è confermata anche dalle Elite), ma le azzurre potrebbero cogliere un risultato migliore nella prova in linea. Attenzione, in particoar modo, alla Bertizzolo, campionessa europea in carica in linea.

MARTINELLI Davide, voto 5,5: piccola delusione per il bresciano, 19^ nella gara degli Under 23. Arrivato a Ponferrada quantomeno per stare tra i migliori 10 e magari sognare qualcosina, ha pagato un percorso forse esigente e una condizione non perfetta dopo aver corso a più riprese tra gli elite nella seconda parte di stagione. Da qui, serve ripartire nonostante gli ottimi risultati della prima parte di questo 2014. Ancora più  indietro il compagno Seid Lizde, letteralmente bloccato dalla pioggia.

GANNA Filippo, voto 8: questo ragazzo classe ’96 promette benissimo. E non solo per il quarto posto nella crono iridata Junior. Una stagione ad altissimo livello, come è stata per ora questa rassegna iridata. Un nome da seguire con grande interesse, magari già a partire da sabato quando si disputerà la gara in linea. 21^, invece, Edoardo Affini (voto 6), verosimilmente non al top.

LONGO BORGHINI Elisa, voto 6,5: 15^ con sguardo alla prova in linea, il suo vero obiettivo. Contro il tempo in campo femminile ci sono importanti lacune, che non possono essere colmate in tempi brevi e con le atlete che in questo momento gareggiano ad alti livelli, ma intervenendo sulla base e sulle ragazze più giovani. Elisa si è difesa come meglio ha potuto in una competizione poco adatta a lei.

RATTO Rossella, voto 6: stesso discorso. 22^ esima, tutto come previsto. Una sgambata, di fatto, in vista di sabato.

CATALDO Dario, voto 6,5: importante per lui essere arrivato a questa cronometro dopo la terribile caduta della Vuelta a España nella quale si è sublussato una spalla. Stessa spalla che gli ha impedito di rendere al meglio sulla bici da cronometro che esige una posizione particolare sul mezzo. Con umiltà, e senza cercare scuse, il corridore del Team Sky ha portato a termine una prova anonima chiusa in 30^ piazza. A lui vanno comunque gli applausi.

MALORI Adriano, voto 6: continua a crescere, ma gli manca ancora qualcosa. Arrivato in Spagna per entrare tra i migliori 5 e magari sognare il podio, il cronoman di Traversetolo si è dovuto accontentare della sesta posizione. Una prova in crescendo ma non incisiva rispetto a quelle degli avversari che l’hanno portato a chiudere a 30” dal podio, a 1’11” da Bradley Wiggins. Lecito aspettarsi qualcosa di più, ma la prestazione del corridore della Movistar non è da buttare.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top