Calcio Femminile, spareggi play-off: le possibili avversarie delle Azzurre

Patrizia-Panico-Calcio-femminile-facebook-autore-Roxy-Totti.jpg

Giovedì si sono chiuse le gare valevoli per i Mondiali di calcio femminile del 2015, da cui sono uscite le sette qualificate: Inghilterra, Francia, Germania, Norvegia, Spagna, Svezia e Svizzera, a loro si unirà l’ottava squadra, che uscirà dagli spareggi play-off di ottobre ai quali parteciperanno Italia, Scozia, Ucraina e Olanda, classificatesi come migliori seconde.

I sorteggi per gli accoppiamenti delle semifinali play-off si svolgeranno il 23 settembre, mentre le gare partiranno il week-end del 25/26 ottobre con la disputa delle gare d’andata delle due semifinali, mentre le finali sono previste nei fine settimana tra il 22 e 23 novembre e 26/27 novembre.

Tra le tre avversarie, quella più temibile è sicuramente la Scozia: la squadra di Anna Signeul ha mancato per poco la qualificazione diretta, perdendo le uniche due partite del girone con la Svezia. 37 gol fatti e 8 subiti per la squadra d’Oltremanica, grazie anche ad una stratosferica Jane Ross: l’attaccante venticinquenne del Glasgow è andata a segno ben 13 volte. In difesa attenti al duo Corsie-Brown, veri grattacapi per le squadre avversarie.

L‘Ucraina arriva agli spareggi dopo sette vittorie conquistate in dieci partite. Tra i 34 gol realizzate dalle ragazze di Mister Anatolii Kutsev, spuntano i sette messi a segno da Oksana Yakovishyn, attaccante in forza al Rossyanka. La difesa è gestita da Valentyna Kotyk. A centrocampo attenzione alle gemelle del gol Romanenko e Dyatel, andate a segno sei volte a testa durante le partite di qualificazione.

Chiudiamo con l‘Olanda, che ha mancato solamente per due punti la qualificazione diretta alla fase finale. La squadra di Mister Reijners arriva con il miglior attacco del girone: 43 gol messi a segno in 10 partite, con la giovane Viviane Miedema goleador con 13 reti segnate.

Queste le parole di Martina Angelini, giornalista esperta di calcio femminile e commentatore per Eurosport, in merito alle avversarie delle Azzurre: “Credo che sarà un’impresa difficile ma non impossibile. Ovviamente la speranza è quella di affrontare subito l’Ucraina e poi giocarsela con una delle altre due. Questo non significa che con l’Ucraina sarebbero due gare già vinte, si tratta comunque di una squadra fisica, non facile da affrontare. Fra Olanda e Scozia non ce n’è una preferibile secondo me: le scozzesi recentemente ci hanno battuto al torneo di Cipro, ma si tratta di due squadre giovani e con un movimento in grande crescita. In ogni caso sarà dura ma credo che l’Italia abbia un buon mix di giovani e giocatrici esperte”.

michelepio.pompilio@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top