Hockey pista, Europei 2014: Italia, ancora uno sforzo! Batti la Francia e poi…

Se qualcuno ci avesse detto che, a quaranta minuti dalla conclusione dell’Europeo di Alcobendas, la nazionale italiana di hockey pista sarebbe arrivata a giocarsi ancora tutte le sue chance per l’oro continentale forse l’avremmo preso per pazzo.

Ed invece è così.

Non siamo al 100% padroni del nostro destino, ma possiamo far succedere qualcosa di speciale.

Alle 19.00 intanto, con diretta streaming e differita su Raisport 2 (h 23.15), pensiamo a battere le Francia.

I transalpini ieri sono incappati in un ko contro la Germania, poco preventivabile almeno sulla carta, ma non per quello che si è visto in questa settimana, ed hanno abbandonato tutte le velleità di podio. Dal punto di vista delle motivazioni dunque il confronto è impari. La spedizione azzurra in toto, guidata da Massimo Mariotti, è sulle ali dell’entusiasmo riuscendo a colmare pure la stanchezza fisica, soprattutto delle ultime due sfide contro Spagna e Portogallo, con il suo grande spirito di gruppo.

Da subito quindi sarà necessario incanalare la sfida su binari a noi congeniali, magari alzando il ritmo per provare a realizzare il maggior numero di reti possibili.
Pallina rapida e veloce che gira fra i quattro uomini di movimento rischiando forse qualcosa in più; forti delle condizioni (per ora) stratosferiche dei nostri due estremi difensori Barozzi, che oggi dovrebbe essere titolare, e Gnata.
Rotazioni pronte dalla panchina, con Cocco sempre pronto a rilevare i partenti, e abnegazione su tutti i contrasti.

Il sogno è lì. Pronto ad essere realizzato. In caso di vittoria con i galletti, saremmo quanto meno argento.

Quindi proviamoci!

Il programma della Giornata 5

I convocati di tutte le squadre

Le ambizioni dell’Italia

La “Griglia di Partenza” dell’Europeo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Cerh (Marzia Cattini)

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Serie A, svolta storica: da Beretta il sì allo spray

Beach volley. Tutti gli intrecci della settimana più pazza dell’anno