Europei scherma 2014: la spada femminile azzurra è di bronzo


La spada femminile è di bronzo. Eccola la settima medaglia per la scherma italiana ai Campionati Europei di Strasburgo 2014. Il quartetto azzurro, formato da Mara Navarria, Francesca Quondamcarlo, Bianca Del Carretto e Rossella Fiamingo, è salito sul gradino più basso del podio dopo aver sconfitto nella finale per il 3-4 posto l’Estonia con il punteggio di 45-42. Non super la prima parte di gara delle spadiste, ma – sul punteggio di 26-23 – Navarria rimonta alla grande prima del definitivo allungo firmato Fiamingo nell’ottavo periodo. L’oro è della Romania, che grazie ad una strepitosa Simona Gherman supera in finale la Russia per 37-34.

Dopo le prime due brillanti vittorie con la Finlandia agli ottavi per 45-29 e nei quarti con l’Ungheria per 34-26, l’Italia si è fermata in semifinale con la Romania 29-24. Un match davvero molto combattuto e che si è deciso solamente negli ultimi secondi del nono e decisivo assalto. Dopo un buon inizio con un’ottima Mara Navarria contro la fortissima Branza, le nostre avversarie sono riuscite a rimontare e si è arrivati in parità a tre assalti dalla fine. Le rumene sono riuscite ad allungare fino al +3, quando in pedana sono scese Rossella Fiamingo e Simona Gherman. La siciliana era riuscita nell’impresa di rimontare e di ritrovare il pareggio sul 24 pari. Purtroppo la rumena mette a segno la stoccata del sorpasso a nove secondi dalla fine e da quel momento la Fiamingo ha provato in tutti i modi a pareggiare, ma la Gherman non si è scomposta e ha allungato definitivamente.

Un’altra meravigliosa e straordinaria medaglia, questa volta d’oro, è arrivata dalla scherma paralimpica e dalle nostre fiorettiste. Il terzetto composta da Loredana Trigilia, Andrea Mogos e da Beatrice Vio, già campionessa nella prova individuale, ha sconfitto in finale l’Ucraina 45-40 ed in precedenza avevano superato rispettivamente Russia e Grecia.

Domani toccherà alla prova a squadre della sciabola femminile e del fioretto maschile ed aspettiamoci altre possibili medaglie, soprattutto dai ragazzi che avranno grande voglia di riscattare una prova individuale davvero opaca e con pochissime soddisfazioni. Le ragazze, invece, sono già salite sul podio di Coppa del Mondo e domani vorranno confermarsi tra le migliori del continente.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

scroll to top