Ginnastica, Elisabetta Preziosa annuncia il ritiro! Olimpica e bronzo europeo…


Elisabetta Preziosa ha ufficialmente annunciato il proprio ritiro dall’attività agonistica. In occasione del saggio di fine anno della Gal Lissone (sua società civile), il Presidente Meloni ha comunicato al pubblico presente che la varesotta non calcherà più un campo gara.

Non è certo una decisione a sorpresa ed era già nell’aria da qualche mese. La ventenne, già arruolata nell’Esercito, soffriva già da tempo a un problema alle cartilagini del ginocchio che le avevano dato già parecchie noie nell’ultimo anno: la sua ultima partecipazione internazionale risale ai Giochi del Mediterraneo 2013 (dove aveva comunque alcuni problemi), poi ha stretto i denti durante l’ultima Serie A per accompagnare la sua Gal sul podio conclusivo.

 

Una scelta assolutamente condivisibile e che arriva nel momento più opportuno di una carriera di eccellente livello: ha partecipato alle Olimpiadi di Londra 2012 dove la nostra Nazionale ha raggiunto la prima finale della sua storia (settimo posto conclusivo), ha conquistato una fantastica medaglia di bronzo alla trave agli Europei di Berlino 2011, ha partecipato a tre Mondiali (con lo storico quinto posto alla trave nel 2009 che, fino allo scorso ottobre con la quarta posizione di Vanessa Ferrari, era il migliore risultato dell’Italia negli ultimi 60 anni all’attrezzo) e ha indubbiamente contribuito a diffondere l’artistica nel nostro Paese (è stata anche grande protagonista del reality Ginnaste – Vite Parallele). Tra gli altri suoi successi: Campionessa Italiana all-around nel 2010, quattro titoli italiani alla trave (suo attrezzo preferito, ovviamente) e sei medaglie ai Giochi del Mediterraneo.

Celebre il suo movimento Preziosa con cui sarà per sempre presente nel librone del Codice dei Punteggi. Perdiamo così una delle migliori ginnaste italiane dell’ultimo lustro (abbondante) a cui auguriamo un grosso gamba per il suo imminente futuro. Già da qualche mese ha iniziate ad allenare le giovanissime del vivavio Gal e siamo sicuri che avrà successo anche in questo settore.

E così, ora è ufficiale, non vedremo più le nostre Fierce Five di Londra (proprio ieri ho scoperto che gli USA hanno registrato ufficialmente il marchio…) gareggiare nella stessa occasione: dopo la finale olimpica le abbiamo ammirate tutte nello stesso pomeriggio solo in una gara di Serie A 2013. Chissà che non ci regaleranno un’esibizione appena possibile…

Lascia un commento

scroll to top