Paralimpiadi Sochi 2014: Corradini ottava, doppietta francese in SuperG

Sono sette i titoli paralimpici assegnati questo lunedì (tre nell’alpino e quattro nel fondo), terza giornata di gare della rassegna che si tiene nelle stesse località dei Giochi Olimpici.

I tifosi italiani aspettavano soprattutto il supergigante femminile della categoria standing, prova nella quale Melania Corradini era stata medagliata d’argento a Vancouver. Questa volta, però, l’azzurra si è dovuta accontentare dell’ottavo posto, ad oltre quattordici secondi di distacco dalla vincitrice, la francese Marie Bochet. La ventenne francese, nuovo fenomeno dello sci paralimpico mondiale, ha dominato la prova davanti alla connazionale Solène Jambaqué ed alla statunitense Stephanie Jallen.

La Gran Bretagna ha invece piazzato due atlete sul podio nell categoria ipovedenti, con Kelly Gallagher che ha ottenuto la medaglia d’oro e Jade Etherington quella di bronzo. Tra le due si è inserita la russa Aleksandra Frantceva, staccata di soli 22/100 dalla vincitrice, che regala al suo pubblico la seconda medaglia dopo il bronzo in discesa.

Nella categoria sitting, infine, la tedesca Anna Schaffelhuber ha a sua volta bissato il titolo della discesa, superando di oltre due secondi l’austriaca Claudia Lösch e la statunitense Laurie Stephens.

Nello sci di fondo, la Russia si è confermata il Paese dominante. Nella 20 km in tecnica classica della categoria standing maschile, infatti, Rushnan Minnegulov si è imposto con 36″ di vantaggio sul finlandese Ilkka Tuomisto e quasi 50″ sul connazionale Vladislav Lekomtcev. L’altro oro russo è arrivato nella gara dei 15 km in tecnica classica delle ipovedenti, dove le padrone di casa hanno realizzato addirittura una doppietta: Elena Remizova ha preceduto al traguardo Mikhailina Lysova, con il podio completato dalla bielorussa Yadviha Skorabahataya.

Nella 20 km degli ipovedenti, il successo è andato al canadese Brian McKeever, divenuto famoso per aver preso parte ai Mondiali di sci di fondo per normodotati nel 2007 e per essere stato convocato ai Giochi Olimpici di Vancouver 2010, pur non prendendo parte a nessuna gara. Il russo Stanislav Choklaev e lo svedese Zebastian Modin l’hanno accompagnato sul podio.

La Svezia ha trovato il gradino più alto del podio con Helene Ripa, vincitrice della 15 km standing con soli 3″9 di vantaggio sull’ucraina Iuliia Batenkova. Ennesima medaglia per la delegazione di casa, che piazza Anna Milenina sul terzo gradino del podio.

Infine, facciamo il punto sul torneo di wheelchair curling: al momento, il Canada e la Russia guidano la classifica con quattro vittorie ed una sconfitta, mentre con tre vittorie la Gran Bretagna e la Slovacchia occupano a pari merito la terza posizione. Al momento sarebbero queste le squadre qualificate alle semifinali, ma sono ancora sei i turni da disputare nel round robin.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagini: meltyxtream.fr

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Paralimpiadi Sochi 2014: programma e italiani in gara Lunedì 10 Marzo

Tokyo 2020: il taekwondo alle Paralimpiadi?