VIDEO ESCLUSIVO – Ginnastica, analizziamo le nuove seniores italiane!

Nuovo anno, nuova stagione, nuove ginnaste. Il 2014 ha spedito tra le seniores tutte le ragazze nate nel 1998. Dopo aver stilato l’elenco completo di tutte le atlete appena passate nella categoria superiore (clicca qui per leggere tutti i nomi), oggi analizziamo una ad una le ginnaste italiane che hanno più possibilità di farsi spazio tra le grandi.

 

Lo faremo con una consueta analisi scritta, accompagnata da un fantastico VIDEO ESCLUSIVO.

 

Un bel rullo di tamburi per Enus Mariani che è ufficialmente una senior. Tra i nuovi ingressi la brianzola è senz’altro la più promettente. Specialista alle parallele, ma anche all-arounder con grandissime prospettive, la quindicenne si è fatta conoscere laureandosi Campionessa Europea nel 2012 (prima volta nella storia del nostro Paese, davanti a ragazze di grande calibro come Andreea Munteanu e Evgenyia Shelgunova).

I suoi esercizi hanno alte difficoltà e una buona esecuzione. I suoi punteggi si aggirano attorno al 14 (e oltre!). Oltre al suo incredibile esercizio alle parallele di difficoltà 6.1 che presentò a Padova durante la Serie A 2013, è in grado di eseguire un esercizio corpo libero di alto livello con Tsukahara e un buon esercizio alla trave ricco di combinazioni. Al volteggio esegue uno Yurchenko con un solo avvitamento, ma ha le potenzialità per aumentare il suo salto.

Da lei ci aspettiamo la presenza su tutti i podi nazionali e ha tutte le carte in regola per diventare Campionessa Italiana. Uno squisito mix di potenza ed eleganza, la Mariani è pronta a sorprenderci con la sua determinazione e caparbietà.

L’anno appena trascorso è stato da dimenticare per stella della Pro Lissone che per diversi problemi ha dovuto saltare molti appuntamenti importanti come gli EYOF e gli Assoluti. Ma sappiamo che è in grado di tornare più forte di prima e stupirci anche in campo internazionale.

PUNTO DI FORZA: la perfezione! È una delle poche ginnaste al mondo ad eseguire gli elementi come codice comanda

PUNTO DEBOLE: Il doppio teso in uscita a parallele è da migliorare

Cliccate qui per vedere il suo esercizio migliore.

 

Un altro importante nome è quello di Tea Ugrin, Campionessa Italiana Assoluta in carica, un titolo raggiunto da juniores, come non succedeva dai tempi di Vanessa Ferrari (2005). La pupilla dell’Artistica ’81 è pronta a sfoggiare tutti gli assi che porta nella manica: all around di tutto rispetto ma non solo, Tea eccelle in tre attrezzi su quattro.

Oltre all’oro individuale allo scorso campionato italiano ha intascato anche un oro al corpo libero, attrezzo che padroneggia alla grande grazie alla sua eleganza, la sua grazia e la sua precisione. E non è finita qui, visto che è anche un’ottima specialista sugli staggi. Agli scorsi EYOF ha conquistato il bronzo nella gara vinta da Martina Rizzelli, dimostrando così di essere una delle migliori in Europa.

Il suo attrezzo migliore, però, è senza dubbio la trave. A causa di qualche errore di troppo ha mancato la medaglia agli EYOF e al campionato italiano si è fermata solo al bronzo (a causa di una caduta), ma sappiamo che può fare di meglio. In futuro potrebbe riservarci delle sorprese su questo attrezzo, come già dimostrato agli Europei di categoria, dove è arrivata a un soffio dal podio.

PUNTO DI FORZA: Il suo punto di forza non sta nella difficoltà degli esercizi, ma nella buona esecuzione.

PUNTO DEBOLE: instabilità. A volte la tensione ha la meglio su di lei portandola a fare degli errori che in genere non farebbe.

Cliccate qui per vedere la sua trave a Jesolo.

 

Anche Lara Mori è appena diventata senior. Il 2013 non è stato un anno fortunato per lei. L’operazione di dicembre 2012 le ha fatto saltare alcuni degli appuntamenti che aveva segnato sull’agenda, ma sappiamo che adesso la ginnasta della Giglio Montevarchi è ritornata in splendida forma, carica più che mai. Le auguriamo che in questo 2014 possa riscattarsi e dimostrare di meritare un posto tra le grandi.

Il suo attrezzo migliore è la trave, sulla quale presenta una combinazione molto interessante (flick smezzato + loso + flick smezzato) molto bella da vedere. Se la cava anche alle parallele asimmetriche, dove di recente ha aggiunto il Ray, e al corpo libero.

PUNTO DI FORZA: il sorriso con cui conquista, coinvolge e incanta.

PUNTO DEBOLE: il volteggio.

Cliccate qui per vedere la sua trave agli EYOF.

 

Martina Rizzelli sbarca tra le grandi con al collo il fantastico oro conquistato sugli staggi agli EYOF. La quindicenne, cresciuta nella Polisportiva Carnini di Fino Mornasco è una rivelazione della ginnastica Italiana.

Martina eccelle al volteggio e alle parallele. La squadra italiana ha proprio bisogno di una come lei, viste le nostre grandi difficoltà alla tavola. La comasca è una delle poche che in Italia in grado di fare il doppio Yurchenko con avvitamento. In futuro potrebbe ambire ad una finale per attrezzo in campo internazionale. 

PUNTO DI FORZA: belle linee e punte sempre ben tese.

PUNTO DEBOLE: la trave.

Cliccate qui per vedere l’esercizio con cui Martina ha vinto agli EYOF.

 

Degna di nota anche Sofia Bonistalli. La toscana ha nel suo repertorio un ottimo corpo libero che potrebbe darle l’opportunità di rappresentare l’Italia in alcuni eventi internazionali (a Jesolo 2013 ha conquistato il bronzo al quadrato magico):

Nel suo esercizio sono presenti un Arabian e uno Tsukahara, entrambi di valore E. Non eccelle negli altri attrezzi, ma mantiene comunque un ottimo livello generale. 

PUNTO DI FORZA: eleganza

Cliccate qui per vedere un suo esercizio.

 

Non dimentichiamoci di Nicole Terlenghi. Anche lei ha un buon corpo libero ed è una buona all-arounder. Sul 12×12 è in grado di eseguire un ottimo Tsukahara e un avvitamento e mezzo avanti, alle parallele invece esegue un raro Comaneci (valore E), mentre alla trave è una delle poche italiane ad eseguire un salto avanti raccolto. Niente male il suo avvitamento e mezzo al volteggio. Senza dubbio è da tenere in considerazione!

PUNTO DI FORZA: elementi di alto livello

PUNTO DEBOLE: l’esecuzione a parallele è da migliorare

Clicca qui per vedere un suo esercizio.

 

Un’altra ottima giovane promessa è Giorgia Morera, campionessa italiana di categoria. I suoi esercizi non hanno difficoltà alte, ma ha una buona esecuzione e ha dimostrato tutto il suo valore durante l’ultima Serie A, chiusa al terzo posto (sul campo) col body della Olos.

L’attrezzo su cui potrebbe dire la sua è la trave. Potrebbe ambire ad una medaglia in questo attrezzo agli assoluti. Ottimo anche il suo corpo libero dove è una delle poche ad eseguire lo Jaeger a gambe unite.

PUNTO DI FORZA: ottimo esercizio alla trave

Cliccate qui per vedere un suo esercizio.

 

E ultima ma non ultima: Lavinia Marongiu. Lo scorso anno si è fatta strada tra le grandi vincendo un argento alla trave al trofeo città di Jesolo dietro a Bailie Key. Proprio la sua trave potrebbe essere un’ottima risorsa per la nazionale italiana, visto che dovrebbe essere l’unica azzurra che esegue un Onodi sui 10cm. Da tenere d’occhio anche il corpo libero.

PUNTO DI FORZA: la trave.

PUNTO DEBOLE: le punte.

Clicca qui per vedere un suo esercizio.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per seguire la Federginnastica su Facebook

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, cara Italia: ecco i nostri desideri per il 2014! Medaglie e…

Ginnastica, Nadia Comaneci: “Il mio 10 perfetto non era 10! E in quella Romania…”