Nuoto: da Viareggio esce una <i>nuova</i> Federica Pellegrini

Cambiare a 25 anni, si può? Tutt’altro che semplice, ma Federica Pellegrini sembra poterci riuscire. Un talento puro del nuoto italiano, forse il più genuino in assoluto, capace di vincere un argento olimpico a soli 16 anni ad Atene. Di tempo ne è passato da quel lontano 2004, in mezzo tanti ori e record mondiali, un successo a Cinque Cerchi ma anche numerose polemiche. Iniziate tutte con il flop di Londra, seguito dall’anno ‘sabbatico’ dedicato al dorso e alle staffette. E poi, ai recenti Mondiali di Barcellona, la clamorosa iscrizione in extremis ai 200 stile libero, la gara più amata: un altro argento, inaspettato come il primo. Dalla Grecia alla Spagna, un cerchio della carriera della Divina si è chiuso.

Ora ne può iniziare un altro, o forse è già cominciato. La love-story con Filippo Magnini è (definitivamente?) terminata, l’unico amore di Federica pare essere tornato il cloro e lo sa bene il santone francese Philippe Lucas, tecnico preparatissimo ed in grado di gestire al meglio le fuoriclasse del calibro della veneta. Venerdì e sabato è andato in scena a Viareggio il Gran Premio Italia, ultimo appuntamento in vasca corta prima degli Europei di Herning in programma dal 12 al 15 dicembre. La Pellegrini, attesissima in qualità di star assoluta, ha strabiliato tutti firmando due record italiani: 200 dorso e 100 stile libero, non proprio due discipline con cui è nata e cresciuta. 2’03”75 per strappare il trono ad Alessia Filippi, 52”86 per spodestare Erika Ferraioli: in mezzo anche un terzo oro nei 400 stile libero, giusto per coronare splendidamente una due giorni da favola.

Poco tempo fa scrivevamo di un futuro interamente dedicato ai 200 sl, unica vera disciplina nella quale la 25enne di Mirano è veramente in grado di competere con le migliori del pianeta senza troppi sforzi in caso di preparazione adeguata. Ora però spunta una suggestione: perché non impegnarsi a fondo anche nei 200 dorso? L’eliminazione in semifinale ai recenti Mondiali di Barcellona non pare aver fermato la pazza idea by Pellegrini-Lucas: in ottica Rio 2016 si lavorerà duramente anche su questa disciplina. Sognando in grande, con Fede in lei.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: yahoo.it

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Federica Pellegrini Filippo Magnini philippe lucas

ultimo aggiornamento: 24-11-2013


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, Gran Premio Italia: Pellegrini mostruosa, record italiano nei 100 sl! Vince Paltrinieri

Nuoto: Italia con vista su Herning, Viareggio regala ottimismo