Volley, Europei 2013: l’Italia c’è! Olanda ko 3-1, si va ai quarti

oa-logo-correlati.png

L’Italia c’è. Pur passando dai play-off, gli azzurri del volley conquistano i quarti di finale degli Europei 2013 in Danimarca e domani alle 17 sfideranno la Finlandia per l’accesso alla semifinale. 3-1 (24-26, 25-18, 25-21, 25-18) il risultato finale contro l’Olanda, che fa suo il primo set ma capitola nei successivi tre sotto i colpi di uno scatenato Ivan Zaytsev, nuovamente il migliore in campo per distacco.

L’avvio dei ragazzi di Mauro Berruto è positivo, ma quando il tabellone recita 13-11 si spegne la luce e arriva un parziale di 0-3 degli oranje – guidati da un super Maan – che indirizza il set in maniera negativa. Sul 21-22 Vettori spreca l’attacco del pareggio e non basta il carattere di Parodi (che annulla tre palle set) a rimettere in corsa l’Italia: i nostri troppi problemi in ricezione ed un muro magistrale degli avversari chiudono il primo set sul 26-24.

Nel secondo la solfa cambia. Zaytsev illumina i compagni, che si portano subito sul 10-6 e, con maggior aggressività e gioco di squadra, approfittano di un’Olanda oltremodo fallosa e pareggiano facilmente 25-18 con un primo tempo da applausi di Thomas Beretta. Il terzo set è da cuori forti: si inizia male, con uno 0-3 olandese che si trasforma in 5-8, ma due muri di Vettori e Beretta ed un ace dello stesso opposto di Piacenza firmano il controsorpasso sull’11-10. Si gioca punto su punto fino ad un nuovo break azzurro, siglato da un muro di un positivo Birarelli: siamo sul 14-13 e gli olandesi non torneranno mai in partita, annichiliti anche da un parziale di 4-0 e dal solito strepitoso Zar Zaytsev che guida l’Italia verso il 25-21 finale.

Berruto è la mente di una squadra ormai sbloccatasi psicologicamente: il quarto set si apre con un break di 6-0, momentaneamente pareggiato sull’11-11. Un muro di Zaytsev, però, spezza definitivamente in due l’incontro: è il punto del 14-12, che porterà al 25-18 conclusivo ispirato dalle alzate di Dragan Travica. L’Europeo dell’Italia, dunque, continua: domani c’è la Finlandia, sognando l’ingresso tra le prime quattro del Vecchio Continente.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

scroll to top