Tiro a segno, Assoluti: il bilancio proveniente da Milano

oa-logo-correlati.png

Conclusi da circa ventiquattro ore i Campionati Italiani Assoluti di tiro a segno, svoltisi in quel di Milano, e per molti è già tempo di bilanci sull’annata 2013 che piano piano sta volgendo al termine.

Sicuramente in questa kermesse, che è giusto ricordarlo arriva praticamente a poche settimane dal termine della stagione agonistica, non abbiamo assistito, se non in rari casi, a finali di “spessore internazionale” anche se il livello è rimasto comunque mediamente buono ed il fatto che molti campioni del nostro movimento abbiano voluto onorare la rassegna, con la loro presenza in una o più gare, resta un simbolo dell’importanza di una manifestazione come gli Assoluti.

Certamente il reparto della “carabina” è quello che ha espresso i valori più interessanti, basti pensare alla finale della C10 femminile, e durante l’anno ha fornito i risultati più importanti, tra il Circuito della Coppa del Mondo e gli altri appuntamenti internazionali.

Il settore della pistola però, non deve disperare. E’ senz’altro vero che, durante la quattro-giorni milanese, le finali di specialità non hanno avuto prove e punteggi esaltanti, ma è impossibile dimenticare le vittorie ottenute, soltanto qualche settimana fa, in quel di Osjiek.

Per molti dunque, non resta che ricaricare le batterie e riaffacciarsi agli allenamenti in vista della prossima stagione, mentre Niccolò Campriani, Petra Zublasing e Andrea Amore cercheranno di mantere in alto il nome del nostro paese nelle finali di Coppa del Mondo a Monaco di Baviera.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top