Tiro a segno, Assoluti: il bilancio proveniente da Milano

oa-logo-correlati.png

Conclusi da circa ventiquattro ore i Campionati Italiani Assoluti di tiro a segno, svoltisi in quel di Milano, e per molti è già tempo di bilanci sull’annata 2013 che piano piano sta volgendo al termine.

Sicuramente in questa kermesse, che è giusto ricordarlo arriva praticamente a poche settimane dal termine della stagione agonistica, non abbiamo assistito, se non in rari casi, a finali di “spessore internazionale” anche se il livello è rimasto comunque mediamente buono ed il fatto che molti campioni del nostro movimento abbiano voluto onorare la rassegna, con la loro presenza in una o più gare, resta un simbolo dell’importanza di una manifestazione come gli Assoluti.

Certamente il reparto della “carabina” è quello che ha espresso i valori più interessanti, basti pensare alla finale della C10 femminile, e durante l’anno ha fornito i risultati più importanti, tra il Circuito della Coppa del Mondo e gli altri appuntamenti internazionali.

Il settore della pistola però, non deve disperare. E’ senz’altro vero che, durante la quattro-giorni milanese, le finali di specialità non hanno avuto prove e punteggi esaltanti, ma è impossibile dimenticare le vittorie ottenute, soltanto qualche settimana fa, in quel di Osjiek.

Per molti dunque, non resta che ricaricare le batterie e riaffacciarsi agli allenamenti in vista della prossima stagione, mentre Niccolò Campriani, Petra Zublasing e Andrea Amore cercheranno di mantere in alto il nome del nostro paese nelle finali di Coppa del Mondo a Monaco di Baviera.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top