Sollevamento Pesi: bene l’Italia negli Europei giovanili

oa-logo-correlati.png

Come spesso capita nelle categorie giovanili, il bilancio dell’Italia  ai Campionati Europei di sollevamento pesi Under 17 e Under 15 in Lituania è assolutamente positivo, a dimostrazione che in questo momento la scuola italiana riesce a far emergere i giovani, anche se spesso e volentieri questi faticano poi a imporsi tra i senior.

Questo, dunque, deve essere il punto fondamentale di interesse per la crescita di Pizzolato e compagni, che non possono assolutamente essere abbandonati al loro destino. Ovviamente il livello di competitività nelle categorie superiori è assolutamente maggiore ma il Bel Paese ha bisogno di tornare ad ottenere soddisfazioni anche tra i grandi del sollevamento pesi. La situazione delle Olimpiadi di Londra, con un solo atleta qualificato, deve essere assolutamente evitate ai prossimi Giochi Olimpici, anche perchè abbiamo dimostrato che i talenti per fare bene ci sono sicuramente. Ora, per loro, inizierà la fase probabilmente più difficile della carriera, anche e sopratutto anche da un punto di vista psicologico, dato che si troveranno nelle ultime posizioni delle classifiche.

Il talento più cristallino, tra quelli impegnati, è Antonino Pizzolato, che ormai da qualche tempo a questa parte si sta esprimendo ad altissimi livelli, migliorandosi sempre ad ogni competizione in cui è impegnato. Anche in questa occasione ha fatto cadere numerosi record nazionali e nei prossimi anni sarà una delle punte anche della nazionale maggiore. Il suo compito sarà difficile, anche perchè in questo momento i pesisti non europei raggiungono prestazioni che potrebbero essere fuori dalla sua portata.

Il lavoro rimane comunque la chiave dei successi futuri, che potranno arrivare solo se i giovani saranno supportati da strutture e tecnici in grado di fargli compiere il salto di qualità necessario per essere competitivi a tutti i livelli.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top