Salto con gli sci: Federico Cecon ancora bene, è podio!

oa-logo-correlati.png

Un inseguimento durato a lungo ma finalmente concretizzato: Fedrico Cecon, giovane saltatore italiano, è riuscito a cogliere il primo podio della carriera in FIS Cup nella prova estiva di Frenstat pod Radhostem, in Repubblica Ceca, sull’HS 106.

Nonostante nella competizione il livello non sia altissimo, è comunque importante per il futuro del giovane azzurro riuscire ad ottenere dei buoni piazzamenti in queste gare per trovare la giusta fiducia al fine di poter competere anche in Continental Cup o, nel futuro, in Coppa del Mondo, dove il livello medio è, ovviamente, altissimo. Tra l’altro le performance di Cecon non sono isolate in questo tipo di gare, perchè anche Daniele Varesco, passato dalla combinata nordica al salto speciale, è sempre più spesso presente nei primi 15 posti delle classifiche, dimostrando come ci sia la possibilità per un paese come l’Italia di migliorare nonostante i soliti e caratteristici problemi nel nostro sistema e della nostra cultura sportiva nazionale.

Cecon ha anche parlato con Olimpiazzurra, esprimendosi in questi termini per quello che riguarda il passato, il presente e anche il futuro, certamente importante per lui: ” Sono molto contento di come stanno andando le cose. Quest’estate ho iniziato subito bene ottenendo dei buoni risultati, sto molto bene sia fisicamente che psicologicamente. Il programma atletico è rimasto lo stesso dello scorso anno, ma finalmente sono riuscito a portare tutto il lavoro effettuato sul trampolino: finalmente riesco a mettere tutta la mia forza in fase di stacco, cosa che prima non mi riusciva. Di sicuro ho fatto un salto di qualità da un punto di vista tecnico rispetto alle altre stagioni, non commetto più molti errori e i miei salti sono stabili. Per ora penso solo a fare bene in Continental Cup, mentre non ho ancora programmi per l’inverno: l’importante è impegnarsi al 100% e rimanere con i piedi per terra”. 

Idee chiare per un futuro che ora ha la speranza di essere roseo, più roseo di quello che si potesse pensare pochi mesi fa. Non per Sochi 2014, ma per il 2018 potrebbe essere l’ora di Federico Cecon, chiamato a difendere i colori azzurri durante le Olimpiadi invernali.

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top