Biathlon, intervista esclusiva con Alex Inderst: “Possiamo migliorare ancora”

oa-logo-correlati.png

Intervista esclusiva con Alex Inderst, allenatore delle nostre ragazze del biathlon che lo scorso anno a Nove Mesto hanno saputo regalarci la medaglia di bronzo nella staffetta. Chiediamo a lui come valuta gli allenamenti svolti dalle atlete e cosa si aspetta dalla prossima stagione.

Siamo alla vigilia della stagione invernale e quindi alla fase conclusiva della preparazione, come valuti il lavoro svolto fino ad oggi?

“Il nostro lavoro fino adesso é stato ottimo. Abbiamo lavorato tanto facendo carichi elevati. Abbiamo cercato di migliorare piú che altro la capacitá aerobica e la forza. Fino ad ora tutte le ragazze sono riuscite a seguire i programmi di lavoro e in tutti i test fatti si sono migliorate”.

Che tipologie di allenamenti vengono affrontate in questo periodo dal punto di vista atletico: ci si concentra più sulla forza e sulla corsa o sulla resistenza sugli ski roll e al tiro sotto sforzo?

“Adesso cominciamo a lavorare piú sulla qualitá con allenamenti intensi e combinati con il tiro. In seguito faremo anche un periodo in quota e andremo a Oberhof a sciare nel tunnel. Gli allenamenti diventano sempre piú specifici per il Biathlon”.

L’obiettivo quest’anno è concentrato su Sochi. La preparazione è concentrata verso marzo o per fare bene fin da subito in Coppa del Mondo?

“La preparazione é sicuramente mirata per Sochi. Ma vogliamo anche fare bene in Coppa del Mondo e crescere gara dopo gara”.

Sono ormai diversi anni che alleni, come è cambiato secondo te il biathlon in queste ultime stagioni?

“Il livello negli ultimi anni si é alzato tantissimo. Non basta sparare bene o andare forte sugli sci, ma bisogna essere forti in entrambi le cose. Una volta c’erano 10 atleti che potevano andare a podio, adesso sono almeno 30”.

Le tue ragazze al tiro sono molto più precise rispetto agli uomini: è una questione di approccio al poligono o per il tipo di allenamento?

“Le nostre ragazze da sempre hanno sparato bene e sono arrivate in squadra con un ottimo livello al poligono. Avendo allenato sia maschi che donne negli ultimi anni, devo dire che le ragazze al poligono riescono a ragionare un po’ di piú”.

Sei soddisfatto delle percentuali al tiro delle azzurre?

“Sono abbastanza soddisfatto delle percentuali. Peró vogliamo migliorare ancora e tutte le ragazze hanno ancora margine di miglioramento al poligono”.

Cosa dobbiamo aspettarci questa stagione dalle nostre ragazze dopo il bronzo mondiale?

“Il nostro forte é sicuramente la staffetta. Abbiamo una squadra ben equilibrata e puntiamo di entrare nei primi 6 posizioni in ogni gara”.

La punta della squadra femminile lo scorso anno è stata Karin Oberhofer, può migliorare ancora?

“Sono convinto che Karin possa migliorare ancora. È un atleta che si allena con grande passione e se non si ammala puó sicuramente fare bene.”

Come valuti la crescita in questi due anni delle giovani Wierer, Gontier e Runggaldier?

“Sono molto contento riguardo loro. Sia Alexia Runggaldier che Nicole Gontier erano al primo anno in Coppa e hanno fatto vedere delle ottime cose. Dorothea Wierer ha fatto il secondo anno in Coppa del Mondo e dopo una stagione difficile é in continua crescita. Mi aspetto un altro passo in avanti per tutte e tre”.

Cosa manca a loro per fare il definitivo salto di qualità ed entrare con continuità nelle migliori 30?

“Penso che le manca solo un po’ di esperienza per gestire tutte le gare. Hanno tutte le qualitá per entrare nei primi 30 e bisogna dargli il tempo necessario”.

Ci sarà spazio in questa stagione per Federica Sanfilippo e Lisa Vitozzi in questa stagione o è ancora prematuro?

“Se mostrano di avere qualitá tutto è possibile. L’obiettivo principale per la Vittozzi sono sicuramente i Mondiali Junior”.

Su quali giovani atleti e atlete azzurri scommetteresti per il futuro?

“Nelle ragazze, oltre alle tre giovani in squadra A, c’é sicuramente Lisa Vittozzi: se continua la sua crescita puó fare grande cose. Per i maschi bisogna aspettare come si svolge la stagione e i Mondiali Junior”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top