Pallanuoto: clamoroso, cambia il regolamento!

oa-logo-correlati.png

La stagione della pallanuoto non è ancora iniziata, ma lo sport continua a far parlar di se. Dopo le polemiche tra la Fin e la Pro Recco, arriva un altro caso sul quale discutere: la FINA ha deciso di apportare un cambiamento al regolamento. La decisione porta polemiche sia sul come siano state apportate queste modifiche, ma anche sul perchè non interpellare giocatori e società prima di queste scelte.

Andiamo a vedere i punti salienti del regolamento modificati.

Wp. 5.1 – Ciascuna squadra è composta di un massimo di 13 atleti: 11 giocatori e 2 PORTIERI. Una squadra dovrà cominciare la partita con non più di 7 giocatori, uno dei quali dovrà essere il portiere che indosserà la calottina rossa da portiere. Le 5 riserve devono essere utilizzate per le sostituzioni dei giocatori e 1 portiere di riserva deve essere utilizzato SOLO come portiere. Una squadra che gioca con meno di sette giocatori non sarà obbligata a schierare il portiere.

– Wp 12.1 – Ogni squadra può richiedere un timeout per CIASCUN PERIODO di gioco

– WP 21.8 (falli da ESPULSIONE) – Impedire o in qualsiasi altro modo ostacolare il libero movimento di un avversario che non abbia il possesso di palla, incluso nuotare sulle spalle, schiena e gambe dell’avversario. “Possesso di palla” significa sollevarla, portarla o toccarla, ma non include il dribbling.

– WP 21.10 (falli da ESPULSIONE) – Usare due mani per trattenere o bloccare l’avversario in tutte le parti del campo di gioco.

– Wp 21.11 (falli da ESPULSIONE) – Dopo un cambio di possesso di palla, per un difensore che commette un fallo su un giocatore in possesso di palla, ovunque nella metà campo della squadra avversaria.

Wp 21.15 – Nel caso di espulsioni simultanee di giocatori di opposte squadre durante il gioco, entrambi i giocatori saranno espulsi per venti (20) secondi.
Il tempo dei trenta (30) secondi di possesso non sarà azzerato ed il gioco riprenderà con un tiro libero a favore della squadra che aveva il possesso di palla. Se nessuna squadra avesse il possesso della palla al momento quando le espulsioni simultanee sono state assegnate, il tempo dei trenta (30) secondi di possesso palla sarà azzerato e il gioco dovrà essere ripreso con un tiro neutrale.

Queste modifiche faranno molto discutere e, almeno per i primi tempi, saranno difficili da capire nel corso del gioco. Per tutto ciò, il GUG (Gruppo Ufficiali Gara) ha già deciso di incontrare le società della serie A1 italiana per spiegare al meglio il regolamento.

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top