Mondiali Firenze 2013, presentazione Cronometro individuale Elite

oa-logo-correlati.png

Il tanto atteso confronto tra Fabian Cancellara e Tony Martin è finalmente arrivato. Ma non è da escludere il fatto che la maglia iridata possa essere indossata da qualche altro corridore. Una cosa è certa: sarà sicuramente una prova spettacolare la cronometro Individuale maschile per la categoria Elite. Il percorso prevede 57.9 km da Montecatini a Firenze: è quasi completamente pianeggiante con la presenza di un unico strappo nei pressi di Serravalle Pistoiese.

“E’ una gara lunghissima, direi quasi eterna che potrebbe esaltare le caratteristiche del nostro Adriano Malori. Lo ha detto il Commissario tecnico della Nazionale Paolo Bettini parlando della cronometro individuale di domani che prenderà il via da Montecatini Terme per concludersi a Firenze. “Fino a Pistoia – ha affermato Bettini – il tracciato è più vario, con qualche curva e con la salita del Serravalle; poi inizia il grande rettilineo che praticamente, se si esclude la zona di Poggio a Caiano, porterà fino all’ingresso del centro di Firenze, in zona Ponte alle Mosse; infine la gara si concluderà con una parte più tecnica, che porterà fino al traguardo finale. In quest’ultima fase, chi si presenterà sul lastricato con le gambe un po’ ‘incriccate’ si rischia di perdere diversi secondi”.

Le sensazioni sono buone – ha detto il Ct della Nazionale – e se i nostri due atleti partono tra i top ten non è certo un caso. Dipenderà tutto dalle situazioni che si verranno a creare, dalle gambe e, soprattutto, dalla testa“.

Nel corso della presentazione della gara di domani Bettini si è soffermato anche su questa specialità, che per alcuni è sottovalutata in Italia. “Effettivamente – ha detto Bettini – facciamo fatica ad avere un quartetto vero, laddove altre nazioni possono pescare da un bacino di almeno 20 ragazzi. Mi chiedo: quanti under 23 arrivano a fare professionismo con una bici da cronometro in casa? La colpa di questo è di tutti: potenzialità in Italia ne abbiamo, ma è sempre più difficile portare ragazzi in pista. Credo che sarebbe il caso di uscire da un sistema ormai vecchio e tracciare una linea nuova, dalle quale ripartire tutti insieme”.

Tony Martin, Bradley Wiggins e Fabian Cancellara: è questo, nell’ordine, il podio della cronometro individuale Uomini Elite secondo i due Azzurri, Marco Pinotti e Adriano Malori, che saranno in gara oggi. “Come outsider – ha detto Pinotti nel corso di una conferenza stampa a Montecatini Terme, dove si trova il quartier generale dell’Italia – vedo anche Rohan Dennis e Alex Rasmussen. E poi non dimentichiamoci di Taylor Phinney. Io e Malori possiamo comunque tranquillamente ambire a posizionarci tra i primi dieci, speriamo il più vicino possibile al podio”.

“Il percorso mi si addice – ha detto Malori – ma pronostici non ne voglio fare, tanto non li azzecco mai”.

Non sono da escludere sorprese, tra i quali l’australiano Richie Porte, l’olandese Niki Terpstra e lo svedese Gustav Larsson, già a podio in questa prova in passato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top