Mondiali Firenze 2013, Paolini: “Questo sarà il mio ultimo Mondiale”

oa-logo-correlati.png

Si è appena svolta a Firenze, precisamente a Casa Italia, la conferenza stampa di vigilia per le corse in linea del Mondiale di Firenze 2013. Presenti tutti i ct delle nazionali azzurre, il presidente federale Renato Di Rocco e alcuni dei corridori protagonisti.

La conferenza è iniziata con una dichiarazione shock: questo di Firenze sarà l’ultimo Mondiale per Luca Paolini. Ecco le parole del Gerva, chiaramente emozionato: “Per me questa sarà l’ultima corsa con la maglia della nazionale: voglio farlo qui, in Toscana, a casa di Franco, davanti alla sua famiglia, credo che sia la conclusione migliore per la mia avventura in azzurro”. Lascia la maglia azzurra quindi uno dei protagonisti di tutti i Mondiali degli ultimi anni, presente in tutti i successi italiani e arrivato persino alla medaglia di bronzo di Verona 2004.

Intervenuto alla conferenza anche Vincenzo Nibali che vorrà essere protagonista domenica: “Studieremo le tattiche con il ct e comunque abbiamo corridori veloci anche noi: ho le spalle coperte con corridori come Pozzato e Viconti e con un elemento esperto come Paolini. Non faccio la danza della pioggia, anche se è innegabile che con il bagnato vado bene. Ma anche gente come Sagan, Gilbert e Cancellara si trova a suo agio con quelle condizioni, quindi…”.

Il ct azzurro Paolo Bettini ha fatto capire che l’Italia parte per vincere: “Ci siamo, finalmente! Stamattina abbiamo pedalato sul percorso iridato e abbiamo scoperto una Firenze addobbata a festa, questo ci ha dato una carica ancora maggiore. Corriamo in casa, abbiamo tanti avversari di fronte, ma sappiamo quanto sia importante questo mondiale. Domenica ci saremo e daremo il cuore. Abbiamo provato e straprovato il percorso, sappiamo che è esigente e non banale, sappiamo che se la media sarà alta la corsa diventerà molto dura. Faremo la corsa per vincere. Non siamo noi i favoriti: loro si prendano le loro responsabilità e noi ci prenderemo le nostre. Ma sappiamo bene che farsi inseguire è meglio che essere costretti a rincorrere”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top