Football americano: Danimarca troppo forte, Italia ko 49-29

oa-logo-correlati.png

Niente da fare per l’Italia del football americano, che torna sulla terra nella finale del gruppo B degli Europei e fallisce l’ingresso nella massima divisione. Al Vigorelli di Milano, infatti, trionfa la Danimarca con il netto punteggio di 49-29. Per il Blue Team, dunque, tanto rammarico e l’amarezza per aver solo sfiorato un risultato di grandissima importanza per l’intero movimento.

L’avvio è di marca azzurra: passano poco più di due minuti e Ciasulli firma il primo touchdown della partita, con annessa trasformazione di Di Tunisi. Gli scandinavi, però, trovano subito le forze per la rimonta: prima ci pensa Christensen, poi Lihauge: è il 14-7, che diventa 21-13 ad inizio secondo quarto dopo un touchdown a testa di Simone e Frederiksen. Di Tunisi, però, è impreciso al tiro e l’Italia comincia a perdere lunghezze di margine dai rivali.

L’arrivo in end-zone di Jensen a quattro minuti dalla sirena dell’intervallo suona come una sentenza anticipata, ma la doppia marcatura di Monardi tra la fine del secondo parziale e la metà del terzo riaccendono un barlume di speranza: il tabellone recita infatti 26-28. Il divario, però, è eccessivo, e Rysgaard riconsegna subito alla propria squadra il più nove. Non basta, nel finale, il field goal di Di Tunisi, perché arrivano altri due touchdown danesi per il definitivo 49-29.

Al termine del match sono quindi venti i punti di distacco, risultato forse eccessivo per un Blue Team volenteroso ma indubbiamente inferiore ai rivali. La Danimarca, dunque, vola nell’élite del football americano europeo, mentre all’Italia non basta un Vigorelli caldo come non mai per raggiungere il sogno vittoria.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Giulio Busi/www.fidaf.org

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top