Europei volley femminile, Italia-Polonia 3-0: le pagelle delle azzurre

oa-logo-correlati.png

L’Italia ha asfaltato la Polonia per 3-0 (clicca qui per la cronaca) qualificandosi per i quarti di finale degli Europei 2013 di volley femminile. Di seguito le pagelle delle azzurre.

Signorile, 6: non è tranquilla in avvio e si vede. Pesa come un macigno la brutta prestazione con il Belgio. Man mano si scioglie, anche se non sempre prende la decisione giusta nella scelta del palleggio. Mette a referto tre punti preziosi. Con la Serbia dovrà liberarsi dei fantasmi e ritrovare la sicurezza perduta.

Diouf, 7: talento senza fine. Inarrestabile quando può attaccare con palla alta. Fatica troppo, invece, su palloni difficili da gestire. Non riesce ancora a variare i colpi e troppo spesso tira a tutto braccio anche quando non necessario: è questo lo step mancante per diventare una fuoriclasse.

Sorokaite, 7.5: è la donna del match. Il suo servizio scardina la ricezione polacca e scava il break decisivo nel secondo parziale che in pratica chiude la partita. L’italo-lituana non sfigura neppure in ricezione, mentre in attacco schiaccia senza paura. Una mossa azzeccata da parte di Mencarelli, che certamente la riproporrà domani con la Serbia.

Costagrande, 7: all’inizio sembra giocare con il freno a mano tirato. Poi cresce nel secondo parziale e con l’esperienza porta a casa 15 punti fondamentali.

Arrighetti, 7.5: l’Italia non può fare a meno della sua grinta. Con urla da guerriera scuote le compagne nei momenti bui. A muro c’è sempre, in attacco è una furia.

Guiggi, 6.5: partita poco appariscente. Viene poco chiamata in causa da Signorile, ma a muro si fa valere toccando con buona frequenza gli attacchi delle polacche.

De Gennaro, 6: bene, ma non benissimo. Fa il suo in difesa, ma non convince in fase di ricostruzione con alcuni palloni che potevano essere gestiti meglio.

Mencarelli (ct), 7: vince la scommessa Sorokaite e manda una squadra rigenerata nella testa dopo la debacle con il Belgio. L’Italia vista oggi non può avere paura di nessuno.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top