Rugby: il punto sul mercato del Pro12

oa-logo-correlati.png

A poco più di una settimana dallo start della RaboDirect Pro12 2013/2014, scopriamo i movimenti di mercato delle prossime avversarie di Benetton Treviso e Zebre. Un mercato che ha impoverito sostanzialmente la lega celtica, per le partenze di molti fuoriclasse verso mete economicamente più remunerative (Francia su tutte), senza possibilità di rimpiazzarli a dovere.

Cardiff Blues
Ceduto Jamie Roberts al Racing Métro
, l’obiettivo principale per i Blues (quasi raggiunto) è quello di resistere alle sirene francesi per Leigh Halfpenny, il giocatore dell’Emisfero Nord più in voga al momento. Trattenere l’estremo degli ultimi Lions, di fatto, rappresenterebbe il vero colpo di mercato. Importante il rientro in patria del pilone Gethin Jenkins, così come l’acquisto del tallonatore ex capitano del Galles Matthew Rees, per esperienza e valore del giocatore. Ceduto anche Ceri Sweeney (Exeter), con Rhys Patchell già pronto a prenderne il posto.

Connacht
Ottimo il mercato della franchigia irlandese per tradizione meno competitiva del lotto. Una sola cessione, Mike McCarthy (Leinster), e almeno tre acquisti di buon livello: l’ala Fionn Carr, la seconda linea Craig Clarke dai Chiefs e l’estremo di Samoa, James So’oialo. Squadra rinforzata quindi, con una sola incognita riguardante l’allenatore: a guidare il team di Galway non sarà più Eric Elwood, bensì Pat Lam, ex head coach dei Blues nel Super Rugby.

Edimburgo
Rivoluzionato lo staff tecnico dopo il pessimo campionato: dai Southern Kings sono arrivati Alan Solomons e l’assistente Omar Mouneimne. In entrata, da segnalare gli acquisti dell’ala Jack Cuthbert dal Bath, del tallonatore tongano Aleki Lutui e del pilone Alasdair Dickinson. Hanno salutato Murrayfield per il Galles il n°8 Netai Talei e il mediano di mischia Richie Rees, entrambi in direzione Newport, ai Dragons.

Glasgow Warriors
La sorpresa dello scorso anno ha sostanzialmente mantenuto l’organico che l’ha portata in semifinale. Agli ordini di coach Townsend sono arrivati i flanker Richie Vernon (Sale) e Tyrone Holmes dal Petrarca Padova – peraltro obiettivo inizialmente del Benetton Treviso -, il pilone Jerry Yanuyanutawa e il seconda/terza linea Leone Nakarawa. Costretto al ritiro per i tanti infortuni Rory Lamont, fratello minore di Sean.

Leinster
Il detentore del titolo e il grande favorito per la riconquista del Pro12 ha probabilmente messo a segno il miglior colpo dell’estate, con l’acquisto di Zane Kirchner (nella foto) dai Bulls. Lo Springbok riempie il vuoto lasciato dal ritiro di Isa Nacewa, ma sarà a disposizione del nuovo allenatore Matt O’Connor solo al termine del Rugby Championship in corso. Anche i dublinesi, però, hanno dovuto fare i conti con il ricco Top14, che ha portato via addirittura Jonathan Sexton (Racing Métro); per sopperire alla sua assenza, O’Connor potrà contare su Ian Madigan (contratto prolungato fino al 2016) e sul neo-arrivato Jimmy Gopperth (Newcastle). Ceduto Andrew Conway al Munster.

Munster
Detto di Conway prelevato dal Leinster
, la Red Army ha visto sbarcare a Limerick solamente un altro giocatore, il sudafricano Gerhard Van den Heever (ala dagli Stormers). Due eccellenti rinforzi tra i trequarti, che dopo 240 incontri non saranno più imbeccati da Ronan O’Gara, ritiratosi ed entrato a far parte dello staff del Racing Métro. Pochi movimenti anche in uscita, con il tallonatore Sean Henry accasatosi al Connacht e il ritiro del pilone Marcus Horan.

Newport Gwent Dragons
Il nuovo director of rugby Lyn Jones vorrebbe uscire dal limbo delle ultime posizioni in classifica, dove i Dragons navigano ormai da anni. Ed inevitabilmente, la franchigia di Newport è risultato na delle più attive nel mercato in entrata con numerosi acquisti, tra cui spiccano il ‘nostro’ Kris Burton, i già citati Rees e Talei, il tallonatore gallese Rhys Thomas, il giovane Matthew Screech in seconda linea e soprattutto il ritorno del talentuoso Jason Tovey come utility back, dopo una stagione infelice a Cardiff. Probabilmente all’appello manca un flanker, dopo l’addio di Dan Lydiate passato anche lui al Racing Métro. Contratto rinnovato, invece, per il giocatore qualitativamente migliore in rosa, Toby Faletau.

Ospreys
Un’altra delle principali contendenti al titolo. La situazione finanziaria non propriamente florida della Federazione gallese ha costretto anche la franchigia di Swansea ad una cessione eccellente, quella di Kahn Foutali’i al Northampton Saints, oltre a quella – importante, ma in tono forse minore – di Jonathan Thomas al Worcester. L’addio del samoano ha aperto le porte degli Ospreys al nostro Tito Tebaldi, chiamato ad un esame importante per la sua carriera. Nuovi arrivati anche l’ala canadese Jeff Hasler e l’estremo figiano Aisea Natoga.

Scarlets
Sembra difficile che la franchigia di Llanelli possa riproporsi sui livelli di un anno fa, per via delle numerosi cessioni. George North (Northampton), Sione Timani (Agen), Owen Willams (Leicester Tigers), Andy Fenby (London Irish), Tavis Knoyle (Gloucester) e Matthew Rees (Cardiff Blues) hanno cambiato casacca, lasciando un sostanziale vuoto nella rosa, colmato solo dal centro Steven Shingler, dal flanker John Barclay e dal neozelandese utility back Frazier Climo. Continua l’avventura in Galles, invece, uno dei pezzi pregiati della rosa, Jonathan Davies.

Ulster
La squadra che per larghi tratti ha dominato la scorsa regular season ha praticamente mantenuto lo stesso organico, senza alcuna modifica. Mark Anscombe potrà contare nuovamente su una squadra solida ed efficace, candidata insieme a Leinster ed Ospreys alla vittoria finale.

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Clicca qui per iscriverti al gruppo su Facebook e qui per mettere Mi Piace alla pagina.

Lascia un commento

Top