Rugby Championship, tutto pronto per la seconda giornata

oa-logo-correlati.png

Cambiano i palcoscenici e qualche interprete ma non gli scontri nella seconda giornata del Rugby Championship, i remake delle battaglie andate in scena una settimana. L’Argentina ferita nell’orgoglio dal 73-13 rifilatole dagli Springboks cerca riscatto a Mendoza, tra le mura di casa, mentre gli All Blacks proveranno a chiudere il discorso per la Bledisloe Cup con l’Australia, attesa nella tana di Wellington.

All Blacks – Australia

La partita sembra già chiusa ancor prima di cominciare. Inevitabile quando in campo si incrociano la squadra migliore al mondo, senza alcuna falla, e una squadra ancora alla ricerca di sé stessa, com’è naturale che sia dopo il cambio di allenatore. E i tuttineri, questa volta, possono contare anche sul non indifferente fattore-casa, pesante alla luce dell’avversario. In sostanza, Steve Hansen può dormire sonni tranquilli, vista la netta superiorità dimostrata sabato scorso dai suoi, nonostante le assenze di Carter, Cruden e Barrett lo costringano a far esordire il giovane e promettente Tom Taylor all’apertura. Un battesimo di fuoco per l’apertura dei Crusaders, unico cambio insieme a Brodie Retallick, in seconda linea al posto di Romano. Anche Ewen McKenzie si affida agli stessi uomini della sconfitta di Sydney, eccezion fatta per la terza linea, dove Scott Fardy rileva l’infortunato Hugh McMeniman.
Kick-off ore 9:35 italiane, diretta su Sky Sport 3.

Nuova Zelanda: 15 Israel Dagg, 14 Ben Smith, 13 Conrad Smith, 12 Ma’a Nonu, 11 Julian Savea, 10 Tom Taylor, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (capitano), 6 Steven Luatua, 5 Samuel Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Tony Woodcock.
Riserve: 16 Dane Coles, 17 Wyatt Crockett, 18 Charlie Faumuina, 19 Jeremy Thrush, 20 Sam Cane, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Colin Slade, 23 Charles Piutau.

Australia: 15 Jesse Mogg, 14 Israel Folau, 13 Adam Ashley-Cooper, 12 Christian Leali’ifano, 11 James O’Connor, 10 Matt Toomua, 9 Will Genia, 8 Ben Mowen, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 James Horwill (captain), 4 Rob Simmons, 3 Ben Alexander, 2 Stephen Moore, 1 James Slipper.
Riserve: 16 Saia Fainga’a, 17 Scott Sio, 18 Sekope Kepu, 19 Kane Douglas, 20 Liam Gill, 21 Nic White, 22 Quade Cooper, 23 Tevita Kuridrani.

Argentina – Sudafrica 

Gli Springboks si presentavano al nastro di partenza del torneo come seri candidati a contrastare l’egemonia All Black, e la straripante performance di Soweto li ha inevitabilmente lanciati. Ora, a casa dei Pumas, gli uomini di Heyneke Meyer vogliono lanciare un ulteriore segnale ai neozelandesi, sebbene ad opporsi alla fisicità dei sudafricani molto probabilmente ci sarà un’Argentina con il sangue agli occhi pur di riscattare la magra figura di sette giorni fa. La garra dei sudamericani non resterà sopita per la seconda partita consecutiva, ma difficilmente Contepomi&co. riusciranno a sbarrare il passo ai Boks, che non cambiano nessuno nel XV titolari. Cinque, invece, le modifiche apportate da Santiago Phelan soprattutto a causa infortuni: Ayerza, Amorosino, Agulla, Cabello e Galarza prendono il posto di Figallo, Hernandez, Imhoff, Albacete e Carizza.
Kick-off alle ore 21:10 italiane, diretta su Sky Sport 3.

Argentina: 15 Lucas Gonzalez Amorosino, 14 Gonzalo Camacho, 13 Marcelo Bosch, 12 Felipe Contepomi (capitano), 11 Horacio Agulla, 10 Nicolás Sánchez, 9 Martín Landajo, 1 Marcos Ayerza, 2 Eusebio Guiñazú, 3 Juan Figallo, 4 Julio Farías Cabello, 5 Mariano Galarza, 6 Pablo Matera, 7 Juan Manuel Leguizamón, 8 Leonardo Senatore
Riserve: Agustín Creevy, Nahuel Lobo, Tomas Lavaninni, Benjamin Macome, Tomás Cubelli, Santiago Fernández, Juan Imhoff

Sudafrica: 15 Willie le Roux, 14 Bjorn Basson, 13 JJ Engelbrecht, 12 Jean de Villiers (captain), 11 Bryan Habana, 10 Morné Steyn, 9 Ruan Pienaar, 8 Duane Vermeulen, 7 Willem Alberts, 6 Francois Louw, 5 Juandré Kruger, 4 Eben Etzebeth, 3 Jannie du Plessis, 2 Adriaan Strauss, 1 Tendai Mtawarira.
Riserve: 16 Bismarck du Plessis, 17 Gurthrö Steenkamp, 18 Coenie Oosthuizen, 19 Flip van der Merwe, 20 Siya Kolisi, 21 Jano Vermaak, 22 Pat Lambie, 23 Jan Serfontein

Foto: Reuters

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Clicca qui per iscriverti al gruppo su Facebook e qui per mettere Mi Piace alla pagina.

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top