Rugby Championship, gli All Blacks non perdonano: Australia KO

oa-logo-correlati.png

Gli All Blacks continuano la loro corsa nel Rugby Championship, battendo di nuovo l’Australia nella seconda giornata per 27-16. Una partita non spettacolare, caratterizzata da qualche errore di troppo e inevitabilmente caduta nelle mani dei tuttineri, che mantengono così la Bledisloe Cup.

L’inizio è targato Wallabies, in crescita sotto la gestione McKenzie ma ancora incapace di sfruttare a pieno le potenzialità della squadra, specie dei trequarti. Le conseguenze sono solo sei punti dalla piazzola di Christian Leali’ifano, troppo pochi per tenere a bada gli All Blacks che rispondono subito con il solito Ben Smith, sempre più incisivo e in meta al 27′. Il break decisivo arriva nei minuti finali del primo tempo: prima Taylor dalla piazzola (ottimo esordio il suo) e poi di nuovo Smith spaccano la partita (15-6).

La reazione dell’Australia è sterile nella ripresa, i Campioni del Mondo arginano con tranquillità e scappano ulteriormente via con tre piazzati di Taylor, mentre gli Aussie sono imprecisi ed inconcludenti in attacco e devono accontentarsi di un’altra punizione di Leali’ifano. L’unica vera scossa wallabie arriva al 70′, con un intercetto di Israel Folau che vola in meta per il 24-16; a ristabilire le distanze è un altro Israel, ma Dagg, che col piazzato del 27-16 chiude definitivamente il match.

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top