Judo, Mondiali: la Francia alla ricerca di conferme

judoriner.jpg

Se c’è una squadra che può duellare quasi ad armi pari con il Giappone, si tratta della Francia. Miglior squadra dell’ultima edizione Mondiale, dove raccolse ben sei ori davanti al pubblico di casa, e reduce dalle sette medaglie di Londra 2012, la Francia schiererà molti atleti affermati e anche qualche novità, per rimpinguare il bottino di 129 medaglie che la vede al secondo posto di sempre alle spalle dei nipponici.

Il leader sarà certamente il fenomenale Teddy Riner (+100 kg), che a soli 24 anni ha già raggiunto numerosi record. Con i suoi cinque titoli mondiali individuali, il gigante della Guadalupa ha già superato tutti i miti del judo. Contando anche l’oro a squadre, poi, le sue vittorie iridate diventano addirittura sei, mentre le medaglie complessive sono sette, visto nel 2010 fu sconfitto nella finale del Mondiale Open dal giapponese Daiki Kamikawa, in quella che resta il suo unico incontro perso negli ultimi cinque anni. Campione olimpico a Londra 2010 e bronzo a Pechino 2008, Riner vanta anche tre titoli europei, l’ultimo dei quali conquistato proprio quest’anno a Budapest.

Grandi aspettative c’erano anche su Ugo Legrand, il bronzo olimpico dei -73 kg, che però ha subito un infortunio proprio due settimane prima dei Mondiali. Membro della squadra campione del mondo nel 2011, anno in cui si laureò anche campione europeo, Legrand sarà comunque presente, per cercare quantomeno di eguagliare il bronzo individuale dei Mondiali 2011.

Se ad attirare le luci dei riflettori è soprattutto Riner, è tra le donne dove la Francia ha più frecce da medaglia al proprio arco. Medaglia d’oro olimpica a Londra 2012, la tre volte campionessa mondiale e quattro volte campionessa europea Lucie Décosse (-70 kg) ha deciso di tornare dopo aver annunciato il ritiro, essendo riuscita a risolvere – almeno in parte – i problemi di schiena che la affliggevano da tempo.

La grande novità sarà la giovane Clarisse Agbegnenou (-63 kg), neocampionessa europea ed ancora imbattuta nel corso del 2013. Ma nella stessa categoria dovrà vedersela con la campionessa mondiale uscente e bronzo olimpico di Atene, l’amatissima Gévrise Émane, che vanta un titolo iridato anche nel 2007, oltre alla bellezza di cinque ori europei.

Altra medaglia d’oro dell’ultima edizione iridata, il bronzo olimpico Audrey Tcheuméo (-78 kg) si ritroverà a sua volta un’avversaria in casa, la campionessa europea Lucie Louette. Saranno poi presenti anche le altre due medaglie di bronzo di Londra 2012, Automne Pavia (-57 kg), oro continentale a Budapest 2013, e Priscilla Gneto (-52 kg).

UOMINI

Dimitri Dragin (-66 kg)
David Larose (-66 kg)
Pierre Duprat (-73 kg)
Ugo Legrand (-73 kg)
Loïc Pietri (-81 kg)
Alain Schmitt (-81 kg)
Ludovic Gobert (-90 kg)
Cyrille Maret (-100 kg)
Teddy Riner (+100 kg)

DONNE

Laëtitia Payet (-48 kg)
Priscilla Gneto (-52 kg)
Automne Pavia (-57 kg)
Clarisse Agbegnenou (-63 kg)
Gévrise Émane (-63 kg)
Lucie Décosse (-70 kg)
Lucie Louette (-78 kg)
Audrey Tcheuméo (-78 kg)
Émilie Andéol (+78 kg)

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top