Ciclismo, doping: Zabel collabora, Ullrich si rifiuta

ullrich2.jpg

Dopo aver ammesso l’uso di doping tra il 1996 ed il 2004 ed essere stato sospeso dalla Katusha, dove svolgeva il tuolo di allenatore dei velocisti, l’ex sprinter tedesco Erik Zabel ha deciso di collaborare con l’Agenzia Antidoping Tedesca (Nada). “Ho espresso il desiderio di continuare a collaborare per una miglior prevenzione contro il doping nel ciclismo”, ha spiegato il sei volte vincitore della maglia verde al Tour de France.

Come Zabel, anche Jan Ullrich, vincitore del Tour de France 1997, ha ammesso di aver utilizzato sostanze dopanti, fatto confermato – come nel caso di Zabel – dalla pubblicazione della lista dei ciclisti positivi all’EPO durante il Tour 1998. Ma l’ex rivale di Armstrong ha rifiutato l’offerta di collaborazione propostagli dalla Nada, che comunque ha annunciato in un comunicato di restare disponibile nel caso in cui Ullrich cambi idea.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top