Baseball: Tara, la bimba che gioca meglio dei maschi

Nel baseball si inizia a fare sul serio già nella più tenera età: a Taiwan, infatti, si stanno disputando i Mondiali Under 12, riservati dunque ai bambini. Anche l’Italia è presente, essendo una delle massime potenze mondiali di questo sport: ma non è di risultati, o di analisi di vario genere, che vogliamo parlare, non fosse altro che fino a una certa età il divertimento e la passione devono trionfare su ogni altra cosa.

Nella sfida contro il Giappone, disputata ieri, è avvenuto un fatto estremamente simbolico e affascinante al tempo stesso: una bambina…ha messo in seria difficoltà i bambini. Già, perché in questa categoria ragazzi e ragazze giocano assieme, come d’altronde in tantissimi altri sport di squadra. Succede che, sotto 3-0, il manager degli azzurrini Stefano Burato manda in pedana Tara Melassi, l’unica bimba della nostra selezione, contro i nipponici che invece sono formati interamente da maschi. Emiliana, di madre kenyana, Tara è figlia d’arte: come riporta Mario Salvini nel suo blog “che palle!” sulla Gazzetta dello Sport,  suo papà Massimo ha calcato i prestigiosi palcoscenici della Italian Baseball League in molte franchigie. Tara va in pedana e il Giappone non fa più punti. Tara va in battuta e l’Italia segna. Da 0-3 a 3-3, il perfect game della ragazzina trascina l’Italia ai supplementari. Poco importa che poi un bunt permetta ai nipponici di trovare il punto della vittoria: Tara Melassi, 12 anni, ha fatto scacco matto ai suoi coetanei maschi. E ha iniziato a tracciare una strada che potrebbe portarla molto, molto in alto, senza mai perdere lo spirito del divertimento che anima questi bambini.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Golf: Phil Mickelson, l’Open Championship della rivincita

Hockey, pista: I’Italia si raduna in vista del Mondiale