Tour de France 2013: Sagan e Cavendish, sfida a due per la maglia verde

oa-logo-correlati.png

A differenza degli scorsi anni gli sprinters non potranno godere di numerose tappe per giocarsi la vittoria. Quindi le ruote veloci dovranno darsi da fare per rimanere aggrappati al gruppo nelle numerose salite presenti nella 100esima edizione del Tour de France. Mark Cavendish ha dimostrato di essere il più forte nelle volate di gruppo ma il favorito per la vittoria della maglia verde rimane comunque lo slovacco Peter Sagan, vincitore lo scorso anno e capace di vincere anche sugli strappi ed in gruppi ristretti in corse di media montagna. Da non escludere negli sprint i forti corridori tedeschi Greipel, Kittel e Degenkolb, il francese Bouhanni e l’australiano Goss, senza dimenticarci del nostro Daniele Bennati. Presentiamo dunque le tappe che meglio si adattano alle loro caratteristiche:

  • 1a tappa: Porto-Vecchio – Bastia, 212 km. Tappa completamente piatta, prevedibile arrivo in volata, favorito Cavendish
  • 2a tappa: Bastia – Ajaccio, 154 km. 5 colli da affrontare ma arrivo pianeggiante adatto a Sagan e Gilbert.
  • 5a tappa: Cagnes-sur-Mer – Marseille, 219 km, particolarmente mossa, l’ultima salita a 15 dall’arrivo potrebbe eliminiare i velocisti puri
  • 6a tappa: Aix-en-Provence – Montpellier, 176 km, piatta per velocisti puri
  • 7a tappa: Montpellier – Albi, 205 km, mossa soprattutto nel finale, potrebbe arrivare un gruppo numeroso ma con pochi velocisti, favoriti Sagan e Degenkolb.
  • 10a tappa: Saint-Gildas-des-Bois – Saint-Malo, 193 km piatta perfetta per Mark Cavendish.
  • 12a tappa: Fougères – Tours, 218 km. Arrivo certo il volata per gli sprinter.
  • 13a tappa: Tours – Saint-Amand-Montrond, 173 km, penultima volata del tour, ci si gioca la maglia verde.
  • 21a tappa: Versailles – Paris Champs-Élysées, 134 km. Passerella finale per gli sprinters che si giocheranno la volata sui Campi Elisi.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

Tag

Lascia un commento

Top