Scherma: l’Italia domina il medagliere degli Europei Under23

navarria.jpg

Sono andati in archivio a Torun i campionati europei di scherma riservata alla categoria Under 23: inutile dire che per l’Italia anche questa manifestazione si è tramutata in un vero e proprio trionfo, con ben 11 medaglie in totale: cinque ori, tre argenti e tre bronzi, questo il bottino dei ragazzi azzurri in terra polacca, che concludono così in testa nel medagliere.

Gli allori sono arrivati da Marta Ferrari (spada femminile), Fabrizio Citro (spada maschile) e Gabriele Foschini (sciabola maschile) nelle gare individuali, mentre le prove a squadre hanno premiato gli spadisti (Fabrizio Citro, Lorenzo Buzzi, Lorenzo Bruttini e Tomaso Melocchi) e le fiorettiste (Beatrice Monaco, Chiara Cini, Stefania Straniero ed Olga Rachele Calissi). Medaglia d’argento per Lorenzo Bruttini (pada maschie) Damiano Rosatelli (fioretto maschile) e per le ragazze della spada (Camilla Batini, Brenda Briasco, Marta Ferrari e Federica Santandrea). Da ultimo le medaglie di bronzo hanno arriso a Stefania Straniero (fioretto femminile) e alle squadre di fioretto (Filippo Guerra, Francesco Trani, Saverio Schiavone e Damiano Rosatelli) e sciabola maschile (Leonardo Affede, Luca Curatoli, Gabriele Foschini ed Amedeo Giani). Spicca l’assenza di una medaglia con la griffe delle ragazze della sciabola, che ci sono andate molto vicine nella prova a squadre(a comporre il quartetto Benedetta Baldini, Martina Cirscio, Caterina Navarria e Martina Petraglia): purtroppo però l’assalto per il bronzo ha arriso alle polacche che hanno vinto con il punteggio di 45-42.

Lascia un commento

scroll to top