Scherma, assoluti a squadre: en plein forze armate, sorpresa Bergamasca

oa-logo-correlati.png

Tutto come da pronostico. O quasi. Le prove a squadre dei campionati italiani assoluti di scherma hanno largamente premiato i gruppi sportivi delle forze armate, che hanno praticamente monopolizzato i podi di tutte le specialità. Una sola grande sorpresa è arrivata nella gara di spada maschile, dove la piccola Bergamasca scherma ha sfiorato l’impresa, cedendo solo in finale ai giganti dei Carabinieri (Diego Confalonieri, Enrico Garozzo, Alfredo Rota), col punteggio dignitosissimo di 45-38.

Tomaso Melocchi, Gian Marco Andreana, Lorenzo Leali e Raffaello Marzani ci hanno provato fino all’ultimo, partendo anche in vantaggio, ma alla fine ha avuto la meglio l’esperienza di un gruppo composto da due quarti della nazionale italiana (Garozzo e Confalonieri) e da un atleta (Rota) che nel gruppo azzurro c’è stato fino alla stagione scorsa, che ora si è ritirato dalle gare internazionali (Olimpiazzurra l’aveva intervistato a fine 2012), ma che, dall’alto di un oro e un bronzo olimpico a squadre e dei quattro titoli italiani individuali, ha ancora molto da insegnare (tant’è vero che ora fa il maestro nella sala del Piccolo Teatro di Milano). Per i quattro giovani della Bargamasca (due ’94, un ’90 e un ’88) è stata un’autentica impresa.
Terza l’Aeronautica di Paolo Pizzo, Stefano Carozzo, Andrea Pucciariello e Andrea Vallosio, eliminata in semifinale proprio dai Carabinieri e vincente nella finale per il terzo posto contro il Cus Catania.

Avieri che si sono presi l’oro nella sciabola femminile, con Ilaria Bianco, Alessandra Lucchino, Camilla Fondi e Francesca Buccione. Tesissima ed equilibrata la finale contro i Carabinieri Gioia Marzocca, Livia Stagni e Arianna Errigo. Sì, Arianna Errigo, la numero 1 del ranking mondiale e freschissima campionessa italiana di fioretto, in una squadra di sciabola. Cose che capitano quando in gruppo si hanno solo due atleti per arma. Così i Carabinieri hanno prima tirato la gara di fioretto con Errigo, Durando e la sciabolatrice Marzocca. Poi si sono ritirate una volta giunte ai quarti (risultato minimo per garantire la permanenza in A1), e hanno iniziato a tirare di sciabola, fino a sfiorare l’oro. Niente di nuovo, visto che già nel 2011 Arianna era stata componente della squadra campione d’Italia di sciabola, un’arma con la quale, è bene ricordarlo, tira di tanto in tanto solo per divertirsi.

Bronzo alle Fiamme Gialle di Irene Vecchi, Martina Petraglia, Lucrezia Sinigaglia e Loreta Gulotta, tre quarti di quello che è stata la Nazionale nella prima parte di stagione e il recente bronzo nella gara individuale. Eliminate in semifinale per una stoccata dai Carabinieri, si sono rifatte battendo il Club Scherma Roma 45-32 per il terzo posto.

Senza storia la finale del fioretto femminile, letteralmente dominata dalle Fiamme Oro della polizia con il punteggio di 45-19 sulla Forestale. Elisa Di Francisca, Alice Volpi, Claudia Pigliapoco ed Eleonora Dini hanno avuto la meglio su Stefania Straniero, Serena Teo, Francesca Facioni e Martina Batini. Terzo posto per le Fiamme Gialle di Carolina Erba, Camilla Mancini, Olga Calissi e Beatrice Monaco, vincenti per 45-41 sull’Aeronautica.

La Polizia ha fatto doppietta nel fioretto, conquistando l’oro anche nella gara maschile con Simone Vanni, Edoardo Luperi, Tommaso Lari e Michele Del Macchia. Le Fiamme Oro hanno vinto 45-34 la finale contro i finanzieri Valerio Aspromonte, Giorgio Avola, Daniele Garozzo e Martino Minuto. Bronzo per l’Aeronautica di Andrea Baldini, Alessio Foconi, Lorenzo Nista e Alessandro Meringolo.

Due ori nella stessa arma anche per gli avieri, che hanno doppiato il successo nella sciabola. A conquistare la prova maschile sono stati Diego Occhiuzzi, Luca Pignotti, Lorenzo Romano e Cristiano Romano, vincenti in finale sulle Fiamme Gialle di Luigi Samele, Alberto Pellegrini e dei fiorettisti in prestito Valerio Aspromonte e Martino Minuto. Bronzo per i poliziotti Leonardo Affede, Luca Curatoli, Marco Ciari e Riccardo Nuccio, che hanno battuto 45-44 i Carabinieri Luigi Tarantino, Luigi Miracco, Massimiliano Murolo e Stefano Sbragia.

Nella spada femminile è arrivata l’unica medaglia per l’Esercito, ma è stata una medaglia d’oro. Francesca Boscarelli, Brenda Briasco e Camilla Batini hanno avuto la meglio per 45-29 sulle Fiamme Azzurre Francesca Quondamcarlo, Virginia Di Franco, Claudia Cesarini e Claudia Corsini. Bronzo per l’Aeronautica di Bianca Del Carretto, Nathalie Moellhausen, Sara Carpegna e Marta Ferrari, che hanno battuto 45-38 la forestale di Rossella Fiamingo, Cristiana Cascioli e Marzia Muroni.

Foto di Augusto Bizzi

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top