Rugby, test match: Lions a fatica sui Wallabies, tris All Blacks

oa-logo-correlati.png

E’ il momento che tutto il mondo della palla ovale attende da mesi e mesi: British & Irish Lions e Australia danno il via all’attesissima serie che caratterizzerà i prossimi weekend rugbistici ed è subito grande spettacolo a Brisbane. Più che il gioco di squadra, però, è l’individualismo a farla da padrone nel primo tempo, con le bellissime mete di Folau (doppietta) e di North. La differenza, già dai 40′, la fanno i calci di punizione, con Halfpenny che porta i suoi sul 12-13. Un’altra grande meta di Cuthbert sembra scavare il solco decisivo nel secondo tempo, ma il piede di Beale riavvicina i suoi sul 21-23; lo stesso wallabie, però, non riesce nel sorpasso al 74′ e al 79′, quando scivola e calcia corto, decretando di fatto l’1-0 per i Lions.

A New Plymouth All Blacks e Francia chiudono il loro trittico di sfide, con i tuttineri determinati a non concedere soddisfazioni ai transalpini e quest’ultimi intenzionati a riscattare la figuraccia di una settimana fa. E i galletti, infatti, impensieriscono non poco i Campioni del Mondo, restando attaccati alla partita per oltre un’ora di gioco, con il drop di Fritz e i due penalty di Doussain. Poi è il piede del rientrante Dan Carter ad allargare la forbice tra le due squadre, portando il punteggio al 72′ sul 17-9 (anche una meta di Ben Smith nel primo tempo), prima della marcatura finale di Beauden Barrett per il 24-9 che chiude la serie.

Il successo finale nelle Castle Lager Series se lo giocano Sudafrica e Samoa, in un match tra le due squadre più fisiche del pianeta. Gli Springboks vogliono riscattarsi dopo l’opaca prestazione contro la Scozia e prendono subito il sopravvento al 17′, quando è Bryan Habana ad aprire le danze, per un primo tempo che vede quattro mete sudafricane e il punteggio di 32-9. Samoani che provano a reagire con due marcature al 46′ e al 69′, ma Steyn&co. sono inarrestabili e arrivano in try zone altre quattro volte, per un 56-23 che non ammette repliche.

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top